Omicidio di Dignano, Nadia morta per soffocamento. Oggi i funerali a Vidulis

Nadia Orlando, la giovane di 21 anni di Vidulis di Dignano (Udine), uccisa la sera del 31 luglio scorso dal fidanzato Francesco Mazzega (36), costituitosi la mattina seguente dopo aver girato tutta la notte con il cadavere della ragazza in auto, non sarebbe morta per strozzamento, ma sembra per soffocamento. Lo ha riferito oggi il Procuratore di Udine, Antonio De Nicolo, spiegando che “cambia lo scenario” rispetto a quanto raccontato dall’uomo nel primo interrogatorio.

“Sappiamo – ha detto il pm – che non possiamo mai prendere per oro colato le prime dichiarazioni degli indagati. Le indagini proseguono andando oltre le sue dichiarazioni. Faremo di tutto per accertare cosa è accaduto”.

La Procura ha firmato il nulla osta per i funerali della ragazza, che saranno celebrati mercoledì alle ore 18.00 a Vidulis. Dalle 18.00 alle 20.00 di oggi il sindaco di Dignano ha proclamato il lutto cittadino, con bandiere a mezz’asta e l’invito agli esercizi pubblici a tenere le serrande abbassate. Martedì sera alle 19.30, nella Pieve del cimitero,è stato recitato un rosario per la vittima.

Commenta con Facebook