Oltre 250 interventi e 600 uomini in campo per il maltempo in Fvg

Il punto della situazione del maltempo in regione.

L’intenso flusso di correnti molto umide da sud-est che sta interessando la regione ha fatto registrare dalla mezzanotte cumulati di pioggia fino a 200-230 mm su Prealpi Carniche e Carnia, 120 mm su Alpi e Prealpi Giulie, 130 mm sull’alta pianura, fra 20 e 70 mm sulla costa. La neve, piuttosto bagnata, inizialmente era scesa fino a 700 m circa in Carnia, poi in genere oltre i 1400-1600 m, con 30-40 cm di neve fresca a 2000 m. Le raffiche di vento hanno toccato i 148 km/h sul Col della Gallina, i 123 km/h sul M. Lussari e sul M. Matajur, 120 km/h sul M. Zoncolan, mentre sulla costa le raffiche di Scirocco sono arrivate fino a 87 km/h, sia a Lignano Sabbiadoro che a Trieste. In mattinata si è verificato nuovamente il fenomeno dell’acqua alta accompagnato anche da mareggiate.

EVOLUZIONE
Nelle prossime ore, fino alla conclusione della giornata, è atteso il passaggio del fronte, con l’arrivo in quota di aria un po’ più fredda che prolungherà le condizioni di instabilità sulla regione. Sono attese ancora piogge intermittenti in genere moderate o abbondanti (10-30 mm), localmente intense (30-50 mm), specie sulla fascia orientale, possibili anche temporali. La quota neve sarà in abbassamento progressivo fino a 1000-1300 m circa. Nella seconda parte della notte le precipitazioni saranno in esaurimento, con un generale miglioramento. Sulla costa lo Scirocco lascierà il posto al Libeccio (sud-ovest), che soffierà fino a 30-40 km/h circa, poi in ulteriore calo.

EFFETTI AL SUOLO
Nella mattinata si sono verificati estesi allagamenti in diverse zone della regione, sia in destra Tagliamento (Brugnera, Chions, Sesto al Reghena), che nella piana di Osoppo (Buia, Osoppo).
Locali allagamenti si sono verificati anche nella zona di Tolmezzo che nella pianura.
Nella pedemontana si sono verificate cadute di alberi che hanno causato l’interruzione di alcune strade comunali (Travesio, Clauzetto, Vito d’Asio).
Cadute d’alberi si sono verificate anche nella zona di Sappada a causa della neve.
Alcune frane hanno interessato la pedemontana ed in particolare i comuni di Andreis, Fanna, Faedis, Tarcento; nella zona montana un movimento franoso è stato segnalato a Ravascletto e uno a Comeglians.
I movimenti rilevati dai sistemi di monitoraggio installati per controllare il movimento franoso che interessa il paese di Cazzaso hanno indotto il comune di Tolmezzo ad attivare la fase di Preallarme per tale criticità.
Nel tardo pomeriggio numerosi allagamenti si sono verificati a Cervignano e nei comuni limitrofi (Aquileia, Terzo di Aquileia), allagamenti anche in altre zone della pianura (S. Maria la Longa, Pocenia, Varmo, Pavia di Udine). Nella zona montana si segnalano altresì alcuni blackout che hanno interessato le località di Lateis (situazione ripristinata) Lauco e Verzegnis.

CORSI D’ACQUA e MAREA
Prosegue il servizio di piena sul fiume Tagliamento e sul Meduna.
La diga di Ravedis ha laminato la piena del fiume Cellina facendo si che la sommatoria degli scarichi degli invasi di Ravedis e Ponte Racli sul Meduna sia risultata inferiore agli 800 mc/s.

Il Tagliamento a Venzone presenta un livello superiore al limite di primo presidio pari a 3,20 metri, sulla base dell’evoluzione dell’evento di piena e sulla base dei risultati del modello idrologico, si prevede il passaggio del picco di piena a Latisana nelle prime ore della mattina di domani con valori compresi tra gli 8,00 e i 9,00 m.

Lo scolmatore del torrente Corno ha scaricato sul Tagliamento alle 7.00 di stamani 100 mc/s, sull’asta a valle non si sono registrate particolari criticità.
Per quanto attiene le maree, dopo il picco di questa mattina pari a 1,48 m registrato a Grado alle ore 10:00, per la giornata di domani si prevede un picco di minore entità pari a 1,08 m alle ore 12:00 circa.

VIABILITA’
Aggiornamento FVG Strade ore 16,30:
Chiusa SR 251 al km 70+830 località Barcis x allagamento;
Chiusa SR PN 63 di Pala Barzana per cedimento stradale in comune di Andreis;
Chiusa SR 355 della val Degano dal km 29+400 al km 33+200 in comune di Forni Avoltri per alberi in carreggiata;
Chiusa SR 465 dal km 46+300 al km 46+500 in comune di Cercivento per frana in atto e alberi in carreggiata.
SR UD 99 da Pasian di Prato a Bressa causa allagamento.

VOLONTARIATO
I volontari operativi attualmente sono quasi 600, mentre nel corso dell’evento sono stati attivate oltre 800 persone.
NUE 112 Le chiamate registrate nella giornata odierna dal servizio del NUE112 legate al maltempo sono state oltre 250.

Commenta con Facebook