Oltre 100 milioni di euro di danni, la conta continua in Friuli

IL NUOVO PUNTO DELLA SITUAZIONE

Proseguono senza sosta le attività dei tecnici dell’Enel per ripristinare integralmente il servizio elettrico in Friuli Venezia Giulia dopo l’ondata di maltempo che giovedì ha colpito una vasta parte del territorio regionale e che ha lasciato senza corrente circa 500 mila utenti. A questo proposito l’assessore regionale all’Ambiente e all’Energia, Sara Vito, è in continuo contatto con l’azienda distributrice di energia elettrica, dalla quale è giunta la rassicurazione che il servizio è stato ripristinato ad oltre il 90% dell’utenza. Vito ricorda come in queste ore trova piena applicazione il Protocollo d’intesa siglato l’anno scorso dalla Regione Friuli Venezia Giulia con l’Enel per la gestione delle situazioni di emergenza. Pertanto, l’Azienda garantisce la presenza costante di un suo tecnico nella centrale della Protezione civile, il cui personale, tra l’altro, è stato recentemente istruito proprio dall’Enel a fronteggiare le situazioni di rischio elettrico.

Già in mattinata è stato effettuato un sorvolo in elicottero delle aree di crisi che ha permesso di evidenziare danneggiamenti molto estesi su alcune linee di media tensione, con intere campate e pali a terra. L’intervento di ripristino si presenta quindi molto complesso, con l’Azienda che in base al Piano urgente di attività ha messo in campo 500 tecnici. Da Vito è dunque giunto un sentito ringraziamento a tutti i professionisti e a tutti i volontari che in queste ore stanno lavorando affinché sia garantito quanto prima e a tutti il servizio elettrico.

TOLMEZZO

Il forte maltempo del pomeriggio di giovedì 10 agosto ha provocato danni in tutto il territorio del comune di Tolmezzo. Gli operai del cantiere comunale, coordinati dall’Ufficio Manutenzione, sono intervenuti tempestivamente per risolvere innanzitutto le situazioni più urgenti. Dopo alcuni sopralluoghi, eseguiti assieme all’assessore Mazzolini e la vicesindaco Scarsini, si è provveduto a mettere in sicurezza le situazioni più critiche e ripristinare, laddove necessario, la viabilità. Il tutto con il prezioso aiuto dei gruppi di volontari della Protezione Civile di Tolmezzo e Amaro. Fra le situazioni che hanno richiesto interventi urgenti delle squadre comunali e della Polizia Locale (che si sono aggiunti a quelli dei Vigili del Fuoco) ci sono: le coperture dell’asilo di via De Marchi, della scuola di via Battisti e di un edificio di via Forni di Sotto; un palo della luce caduto in via Tagliamento e uno della Telecom caduto sulla strada che da Tolmezzo porta ad Illegio, che ha anche provocato un incidente stradale. Numerosi sono stati, inoltre, gli alberi caduti e i danni alle proprietà private. In comune di Tolmezzo, poi, sono molte le utenze che da ieri pomeriggio sono rimaste senza la fornitura di energia elettrica, anche in questo caso l’Ufficio Manutenzione sta monitorando la situazione. Una volta eseguiti gli interventi urgenti, si procederà con la manutenzione e la pulizia delle aree che hanno subito danni più lievi. Segnalate inoltre ripercussioni lungo la pista ciclabile che da Caneva di Tolmezzo porta a Zuglio, con alberi schiantati al suolo e manto della pista compromesso.

ARTA TERME

Ci sono stati diversi problemi anche nel comune di Arta Terme con una quindicina di alberi sradicati, tra il piazzale delle Terme ed ancora sulle linee telefoniche nella frazione di Cedarchis, lungo le strade degli Alzeri e sulla comunale di Cabia con conseguente smottamento di un tratto della strada, per la quale si è reso necessario l’intervento delle squadre operative della Protezione civile regionale mentre già dal giovedì pomeriggio, come spiega il sindaco Luigi Gonano, i volontari della squadra comunale di PC si sono attivati immediatamente in interventi puntuali per limitare al minimo i disagi alla popolazione, “e a loro va il nostro Grazie” ha detto il sindaco. Registrati inoltre danni nelle malghe che saranno inseriti in una relazione dettagliata consegnata alla Protezione civile regionale.

CHIUSAFORTE

Dalle 17 di giovedì tutta Sella Nevea è rimasta senza energia elettrica, compresi i tre alberghi che si sono organizzati con i generatori d’emergenza per salvare i cibi conservati nei freezer, come ci hanno segnalato alcuni nostri lettori. Scoperchiata dal forte vento anche una parte del tetto del condominio Bucaneve. Ferma pure la telecabina del Canin.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *