Nuovi posti di lavoro grazie alla formazione della coop Cramars di Tolmezzo

Un corso di formazione che si è trasformato in posti di lavoro. E’ successo tra Carnia e Canal del Ferro grazie alla cooperativa di sviluppo sociale Cramars e alla Regione Fvg, che insieme hanno co-progettato un corso dedicato agli addetti alla lavorazione di carta e cartone

Un’iniziativa nata in seguito alla richiesta di personale avanzata da alcune aziende del settore cartario e cartotecnico dellarea montana: la cartiera Ermolli di Moggio Udinese, la cartiera Reno De Medici di Ovaro e la cartiera Mosaico Spa di Tolmezzo. Per queste attività economiche c’era l’esigenza di implementare le competenze delle maestranze in ambito Industry 4.0 e ricerca&sviluppo, e a tale proposito, l’esperienza della coop Cramars, si è rivelata adeguata per fornire agli interessati le competenze e gli aggiornamenti richiesti.
Delle 10 persone che hanno completato il percorso formativo, 6 hanno trovato immediatamente lavoro: quattro alla Ermolli (lazienda sta valutando una quinta persona da inserire inizialmente con un tirocinio), una alla Reno De Medici (anche in questo caso, lazienda sta valutando due persone da inserire con un tirocinio) e una alla Mosaico Spa. 

«La collaborazione tra Regione, imprese ed enti di formazione è uno strumento che si sta dimostrando efficace, ancor di più in un contesto di montagna nel quale operiamo noi – ha chiarito la presidente della cooperativa Cramars, Stefania Marcoccio -. Un corso, quello dedicato agli addetti alla lavorazione di carta e cartone, che per noi ha un significato storico, essendo stato il primo, 25 anni fa, a essere avviato. Siamo ottimisti sul fatto che anche le persone che hanno partecipato alla formazione potranno essere ricollocate nel mondo del lavoro. In questo momento – aggiunge la presidente – stiamo lavorando in ambito turistico insieme alle strutture ricettive del territorio montano per formare gli operatori, e in ambito amministrativo in collaborazione con aziende e studi contabili. Siamo piuttosto attivi quindi – conclude – privilegiando quei percorsi di formazione che danno la possibilità di effettuare stage direttamente sul territorio». 

Il corso da addetto alla lavorazione di carta e cartone, finanziato nellambito del progetto di formazione per il lavoro Pipol, ha avuto una durata di 400 ore, e si è concluso a metà febbraio con gli esami finali. Completamente gratuito, oltre alle lezioni teoriche in aula e in laboratorio, ha previsto un’attività di stage di 140 ore nelle aziende interessate, dando modo ai corsisti di entrare immediatamente in contatto con attività produttive del settore, mettendo a frutto le competenze acquisite. Un’esperienza che, come accennato, ha consentito a buona parte dei partecipanti di trovare rapidamente unoccupazione in un settore importante per la realtà produttiva della montagna friulana, dando modo a chi vive nei dintorni di non doversi spostare o scendere a valle per trovare un lavoro.