Nove vittorie su nove e Macoritto è campione italiano di enduro

Brad Freeman (Beta) conquista il round finale degli Assoluti d’Italia di enduro, con una doppia vittoria nelle gare organizzate da Moto Club Fanna, andate in scena sabato 25 e domenica 26 settembre a Maniago, ma è l’australiano Wil Ruprecht (TM) a trionfare nella classifica finale di campionato. Freeman fa sua la gara del sabato con una straordinaria rimonta sul connazionale e compagno di squadra Steve Holcome (Beta), mentre domenica detta legge da subito, balzando al comando della gara già dalle prime speciali, conquistando il gradino più alto del podio davanti al bergamasco Thomas Oldrati (Honda), terza posizione per il vicentino Andrea Verona (GasGas), campione del mondo di classe E1. Il sandanielese Lorenzo Macoritto (TM), autore di una gara da incorniciare, conquista il titolo italiano nella classe 250 2 tempi, frutto di 9 vittorie su 9 gare, in una straordinaria stagione che lo ha visto trionfare nel mondiale a squadre. L’alfiere del Moto Club Manzano, è più che mai lanciato alla conquista del mondiale Junior, che terminerà a metà ottobre in Francia. Titolo italiano nella categoria Youth, per Riccardo Fabris (Fantic), il pilota del Moto Club Manzano dopo una accesa battaglia durata due giorni, la spunta sul filo di lana. Rientro col botto dopo diversi mesi di assenza per il triestino Alessandro Battig (Honda), che al sabato si piazza sul secondo gradino del podio nella classe 450. Un peccato che il pilota del Moto Club Trieste, abbia deciso il ritiro dalle competizioni. In classe 125 podio per Vanni Cominotto (Fantic), il rider di Dignano fresco vincitore del titolo italiano nel motorrally, conclude terzo nella gara della domenica. Seconda posizione per Maurizio Micheluz (Husqvarna) in entrambe le giornate di gara. Il poliziotto di Aviano, termina la sua stagione al secondo posto in campionato, dietro a Macoritto in classe 250 2T. Erano 160 piloti presenti nella gara organizzata dal Moto Club Fanna, con i migliori specialisti italiani ed una numerosa presenza di piloti stranieri tra cui i top rider’s del mondiale enduro. Un percorso di gara di 45 chilometri che oltre a Maniago, attraversava i comuni di Fanna, Frisanco, Cavasso Nuovo e Meduno, dove sono state allestite 3 prove speciali cronometrate: l’Extreme Test, l’Enduro Test e la Cross Test, ripetute dai piloti in gara per quattro volte al sabato e tre la domenica, molto apprezzate da un numeroso pubblico di appassionati e curiosi, stimato in almeno 4 mila persone nelle due giornate. Piazza Italia, cuore pulsante di Maniago, ha ospitato l’area della partenza, il parco chiuso ed il palco delle premiazioni, mentre i paddock sono stati allestiti nell’area degli impianti sportivi. Tanti gli apprezzamenti alla gara da parte di appassionati ed addetti ai lavori, e grande soddisfazione per i ragazzi del Moto Club Fanna, che dopo numerosi mesi di duro lavoro, ora possono riposarsi e sognare in grande per il futuro.