Non solo sport per Carnia Special Team

Non solo sport per i ragazzi di Carnia Special Team, ma anche altre esperienze che aiutano ad ampliare la loro consapevolezza sensoriale a livello di coordinazione e propriocezione, di gusto e conoscenza degli alimenti, di espressione della creatività.

Al  WeArena (primo parco di intrattenimento digitale in Italia), accompagnati dai pazienti membri del team di accoglienza, i ragazzi dell’associazione di Tolmezzo si sono infatti  “messi in gioco” con la realtà virtuale, grazie alla quale hanno messo alla prova la stimolazione di riflessi e di coordinazione motoria.

Successivamente, al Tiare Chef Lab si sono cimentati nella realizzazione di un articolato primo piatto, sapientemente guidati da una brillante chef.

Entrambi i contesti sono stati delle preziose scoperte per i ragazzi e questo permette loro di entrare in nuovi mondi da esplorare, dove potranno ampliare le loro conoscenze e stimolare nuove aree cognitive.

Importante sottolineare che Carnia Special Team è stata ospite di entrambe le attività e proprio per questo l’evento acquisisce ancora maggior valore, in un contesto sociale ancora a disagio nei confronti della diversità.

Commenta con Facebook