Nel 2018 sequestrati dalla Polizia di Stato quasi 100 chili di droga in provincia di Udine

Si è svolta la conferenza stampa tenuta dal Questore della Provincia di Udine, Claudio Cracovia, affiancato dal Vice Questore Massimiliano Ortolan, dirigente della Squadra Mobile e dal Commissario Capo Francesco Leo, dirigente dell’ U.P.G.S.P., in cui è stato presentato il consuntivo 2018 dell’attività degli Uffici della Polizia di Stato.

L’incontro si è aperto con la valutazione dell’attività dell’ordine pubblico garantito in occasione di grandi eventi, concerti importanti e di manifestazioni sportive in cui il proficuo dialogo con le società organizzatrici ha permesso di trovare le giuste soluzioni per lo svolgimento in sicurezza di tutti gli appuntamenti con il pubblico.

E’ stata sottolineata l’importanza del controllo del territorio: la presenza delle pattuglie nei contesti della vita quotidiana, soprattutto in quelli con situazioni più difficili, oltre agli istituzionali compiti di prevenzione e repressione delle attività illecite, contribuisce a rassicurare la cittadinanza di fronte ad un’insicurezza percepita.

Un centinaio di controlli agli esercizi pubblici hanno portato a 13 sospensioni delle licenze per motivi di ordine pubblico ed al sequestro di un bar, oltre a 310 sanzioni amministrative. Ma la nuova frontiera di commercio, quella on-line, di cui si occupa la Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni di Udine, ha alzato i livelli di attenzione sulle truffe ed i delitti informatici, i quali, dopo un’impennata degli anni scorsi, nell’ultimo periodo non hanno registrato incrementi.

Il dato del consumo delle droghe, che emerge dalle sostanze stupefacenti sequestrate, quantitativo che sfiora i 100 kg., da un lato purtroppo è indice dell’aumento del fenomeno che coinvolge sempre più i giovanissimi, e dall’altro conferma l’attenzione della Polizia di Stato che abbina alle campagne di sensibilizzazione una costante attività di monitoraggio e repressione dei reati inerenti gli stupefacenti, all’interno di una rete di collaborazione con le istituzioni scolastiche e con le famiglie.

In totale, gli stranieri regolarmente presenti in provincia al 31.12.2018 sono 27.264. I flussi migratori hanno registrato un aumento, dovuto alla ripresa degli arrivi dalla rotta balcanica. Nel dettaglio la situazione è espressa con i seguenti dati:

In materia d’armi, il Questore ha espresso massimo rigore nella concessione dei titoli autorizzativi di propria competenza, per tale motivo la Questura di Udine ha effettuato una revisione dei requisiti psicofisici dei detentori di licenza, ai quali, in caso di condotte non conformi, viene ritirato il libretto; la guida in stato di ebbrezza o di assunzione di sostanze stupefacenti, sono elementi che innescano i procedimenti di valutazione dei rilasci e del mantenimento delle licenze.