“Mossi dalla Terra”, Cavazzo Carnico e l’Esodo per il Terremoto del Friuli

Sono tante le iniziative organizzate dal Comune di Cavazzo Carnico per celebrare il 40° anniversario del terremoto del 1976.

Il Campanile della Pieve di Cesclans dopo le scosse di terremoto
Il Campanile della Pieve di Cesclans dopo le scosse di terremoto

A 40 anni di distanza da quel tremendo evento che ha messo in ginocchio questa zona del Friuli, si è pensato ad un progetto in grado di ricordare quanto fatto in passato e l’esodo degli abitanti di Cavazzo Carnico verso il litorale friulano, verso i comuni di Agra e Dumenza in provincia di Varese e verso Modena.

È in questo modo che è nato il progetto “Mossi dalla Terra”, voluto dal Comune di Cavazzo Carnico in collaborazione con le Associazioni locali. Il Comune più colpito della zona della Carnia vuole così anche lasciare alle nuove generazioni memoria di quanto accaduto.

Durante il percorso intrapreso per dare vita a questo progetto, si sono poi affiancati i comuni di Amaro, Verzegnis, Tolmezzo e Villa Santina, con proprie iniziative. Collaborando insieme hanno dato vita a un progetto di ampio respiro ricco di eventi e contributi di vario genere.

A Verzegnis, la mostra “Verzegnis 1976 – Dopo i sussulti della terra”, allestita alla VerzegnisArena di Chiaulis, rimarrà aperta fino al 18 settembre prossimo.

Tra il 9 e il 17 settembre, poi, sono in programma diversi appuntamenti che si svolgeranno tra Cavazzo Carnico e Villa Santina.

Venerdì 9 settembre alle 20.45 alla Pieve di S. Stefano di Cesclans si terrà il “Concerto in Memoriam 1976-2016” Requiem di W.A. Mozart (evento  conclusivo della stagione di Carniarmonie).

Cavazzini sfollati in provincia di Varese
Cavazzini sfollati in provincia di Varese

L’appuntamento successivo sarà il 14 settembre alle 18.30 nell’ex Latteria di Cavazzo Carnico dove verrà inaugurata la mostra “1976: l’opera di soccorso dell’Esercito e delle Forze dell’Ordine”.

Il giorno dopo, giovedì 15 settembre sempre a Cavazzo Carnico, nel piazzale retrostante il Municipio alle 18.00, il concerto della Fanfara della Brigata Alpina Julia.  A seguire, alle 20.30 nella tensostruttura allestita per l’occasione, la presentazione del video e della pubblicazione “Mossi dalla terra”, realizzato dalla Cooperativa Cramars di Tolmezzo.

Il 16 settembre alle 18.30, nell’ex latteria, verrà inaugurata la mostra “1904-1976 c’era una volta… la latteria”, mentre alle 20.30 presso il Monumento ai Caduti, ci sarà la proiezione “Il Terremoto raccontato dalle nostre immagini”.

A conclusione di questo ricco programma, sabato 17 settembre, la Giornata Commemorativa dei comuni di Amaro, Cavazzo Carnico, Tolmezzo, Verzegnis e Villa Santina che prevede diversi momenti nel corso della mattinata a Cavazzo Carnico e del pomeriggio a Villa Santina.

Il programma dettagliato di “Mossi dalla Terra” è disponibile nel sito internet www.comune.cavazzocarnico.ud.it.

Per informazioni sono disponibili anche:

 

Commenta con Facebook