Il mondo del rally piange Thomas Pascoli, morto a soli 35 anni

Il mondo del rally piange Thomas Pascoli, scomparso per un male incurabile a soli 35 anni.

Originario di Muris di Ragogna, con il fratello Alan gestiva la carrozzeria “Fratelli Pascoli” di Coseano, dove Thomas riparava le macchine da corsa di piloti, che si spostavano in Friuli anche da altre regioni per affidarsi alle sue mani.

Anche Thomas Pascoli era un pilota, tanto da collezionare molti risultati nelle gare di rally. Aveva partecipato, tra gli altri, a quello di Majano, a quello delle Alpi Orientali e a quello della Toscana dove aveva ottenuto un secondo posto assoluto.

Proprio in occasione di una gara aveva conosciuto Eva Narduzzi, che da navigatrice è diventata anche sua moglie.

La malattia fu diagnosticata tre anni fa, ma Thomas ha lottato con coraggio e determinazione fine al suo ultimo giorno di vita.

Commenta con Facebook