Moglie accoltella il marito a Mortegliano

Lite in famiglia all’alba di oggi a Mortegliano. Protagonisti della vicenda un vigile del fuoco e la moglie. Al culmine della discussione, attorno alle ore 6.00 la donna avrebbe afferrato un coltello da cucina e si sarebbe scagliata contro il marito, ferendolo alla schiena.

A dare l’allarme al 112 alcuni passanti che hanno scorto l’uomo nel cortile della casa accasciato su una sedia e poi la donna, insanguinata e sotto schock, dall’altra parte della strada, a pochi passi dalla biblioteca civica. L’uomo è stato trasportato all’ospedale di Udine. Sul posto, oltre ai sanitari del 118, i Carabinieri, per chiarire i contorni della vicenda. La donna è stata accompagnata in caserma, dove ha fornito una prima ricostruzione della lite. In casa c’era anche il figlio della coppia, un bimbo di 5 anni, che stava ancora dormendo.

AGGIORNAMENTO

E’ ricoverato in Terapia intensiva all’ospedale di Udine, con prognosi riservata ma non in pericolo di vita, l’uomo accoltellato stamani dalla compagna – non dalla moglie, come appreso in un primo momento – al culmine di una lite a Mortegliano. E’ stato lui stesso, G.L., 43 anni, di professione vigile del fuoco, a chiamare i soccorsi, fuggendo in strada dopo essere stato colpito. I soccorritori gli hanno riscontrato quattro ferite da arma da taglio alla schiena. L’uomo sarebbe riuscito ad avere la prontezza di spirito di chiudere a chiave la camera dove in quel momento stava ancora dormendo il loro figlio di 5 anni. La donna, F.P. (38), operatrice socio-sanitaria, è stata trovata anch’essa in strada da un abitante della zona, poco lontano dall’abitazione, in stato confusionale e insanguinata. Dopo essere stata condotta alla locale caserma dei Carabinieri, anch’essa si trova all’ospedale di Udine, in osservazione. I militari e il pm di turno, Andrea Gondolo, stanno compiendo accertamenti sulla dinamica e le cause dell’episodio, e al momento non è stato emesso alcun provvedimento giudiziario.

Commenta con Facebook