Modulblok amplia lo stabilimento di Amaro

Cresce lo stabilimento di Amaro della Modulblok. L’azienda friulana, impegnata nella progettazione e realizzazione di scaffalature industriali per impianti logistici, ha ampliato il suo presidio produttivo sul territorio – l’altro, storico, si trova nella di Pagnacco – incrementando lo spazio di ulteriori 4.000 metri quadrati. Qui trovano posto una nuova linea di verniciatura e un’area attrezzata con robot per la saldatura. A testimonianza dell’impegno, non da oggi, per l’ambiente, lo stabilimento è stato dotato anche di un impianto fotovoltaico da 500 Kilowatt per la produzione di energia elettrica. «Soltanto grazie agli investimenti, un’azienda può crescere e rimanere competitiva sul mercato» ha evidenziato Mauro Savio, amministratore unico di Modulblok.

L’investimento sul presidio di Amaro è stato celebrato con un taglio del nastro durante cui, Savio, non ha nascosto la sua commozione per «un percorso di crescita, in sette anni, capace di offrire risultati straordinari. Questo taglio del nastro – ha aggiunto l’amministratore unico – è possibile grazie all’impegno, alle capacità e alla tenacia del nostro staff, che con dedizione ha permesso a Modulblok di crescere giorno dopo giorno». Un evento che ha visto il coinvolgimento del territorio, con la partecipazione di alcune Pro loco che hanno cucinato piatti tipici per gli ospiti. Se una parte del core business aziendale si svolge alle porte di Udine, a Pagnacco, le radici rimangono sempre ad Amaro. «Abbiamo scelto le Pro loco per far scoprire realtà fatte di eccellenza, attaccamento al territorio: non è stato proposto solo cibo, ma tradizione, cultura, ingredienti e piatti antichi, nel segno della solidarietà e della collaborazione», conclude Savio.

E per salutare questa novità, a riprova di tutto ciò, era presente all’inaugurazione anche il presidente del Carnia Industrial Park, Mario Gollino, accompagnato dal direttore Danilo Farinelli: «Ci piace spesso dire “crescono le aziende cresce il Parco Industriale” e l’inaugurazione del doppio ampliamento della sede produttiva di Modulblok ad Amaro è un evento esemplare da questo punto di vista – ha sottolineato il presidente –. Questa è un’azienda tecnologicamente all’avanguardia, capace di applicare concretamente le logiche dell’Industria 4.0, che ha concentrato la sua attività produttiva nel nostro Parco Industriale ampliando lo stabilimento esistente, con importanti investimenti non solo nella parte immobiliare, ma anche nell’automazione degli impianti e nell’efficientamento energetico. Le ricadute occupazionali sul territorio sono già importanti e riteniamo possano ulteriormente crescere». Modulblok, fra gli stabilimenti di Amaro e Pagnacco, conta su uno staff di 150 addetti.

Commenta con Facebook