Anche la Stile Moda di Majano si riconverte per produrre mascherine

L’ingegno e l’operosità dei friulani nelle situazioni difficili, non è venuta meno di fronte a questa nuova emergenza che sta mettendo a dura prova il nostro paese e il resto del mondo. Così, anche un azienda che normalmente produce capi femminili d’alta moda, come la “Stile Moda” di Majano, ha messo a disposizione il proprio laboratorio per produrre le mascherine protettive.

Il portavoce dell’azienda, Sandro Vidoni, racconta che hanno aderito immediatamente al progetto sviluppato dalla Protezione Civile FVG, attraverso l’azienda TTK di Pasian di Prato, per confezionare le mascherine dedicate ad uso civile. “Trattasi di mascherine non sanitarie, ma testate per la protezione dalla microsalivazione, per l’uso quotidiano, che verrà messa a disposizione dei cittadini dalla Protezione Civile.

Il primo lotto di 4000 pezzi, è solo il punto d’inizio per la nostra azienda – aggiunge Vidoni – ma contiamo di poterne produrre molte di più nelle prossime settimane”. L’idea di coinvolgere le due realtà è nata da una chiacchierata tra due amiche, Zaga Balog, infermiera del 118 presso l’Ospedale di Gemona nonché consigliere comunale della cittadina pedemontana, e una sarta dell’azienda, Donatella Sant, le quali hanno raccolto le necessità di chi opera in prima linea in questo momento complicatissimo e si sono date da fare per coinvolgere i soggetti poi subito ben disposti a fare la loro parte per venire incontro alle esigenze della comunità locale.

Commenta con Facebook