Maltempo, allagamenti e cadute di alberi in Friuli

Proponiamo il bollettino emesso alle 18.30 dalla Protezione Civile Regionale.

SITUAZIONE
Sull’Europa occidentale si estende una vasta saccatura il cui asse principale passerà sulla regione nelle prime ore di lunedì mattina. Il fronte freddo entrato stamattina in regione la sta ormai lasciando portandosi in Slovenia. Nel pomeriggio le piogge hanno interessato soprattutto una zona comprendente le zone di Latisana, Palazzolo, Talmassons, Lestizza, Udine e Pradamano con valori di 80-90 mm in poche ore. Stasera e stanotte il fronte sarà seguito da aria fredda in quota che manterrà condizioni di instabilità atmosferica.

EVOLUZIONE
Stasera e stanotte il fronte sarà seguito da aria fredda in quota che manterrà condizioni di instabilità atmosferica.
Fino a domattina saranno ancora possibili rovesci e temporali sparsi, probabilmente più attivi sulla costa e sulle zone orientali, che potranno portare altre piogge localmente abbondanti, anche a più riprese, ma probabilmente meno persistenti.

EFFETTI AL SUOLO
Il fronte ha fatto irruzione nella nostra regione attorno alle ore 12:00, i primi disagi si sono registrati attorno alle
ore 13:00 quando al NUE112 sono arrivate segnalazioni per allagamenti e alberi caduti nei comuni di Sesto al
Reghena, Cordovado, Talmassons, Bertiolo e Carlino.
Da segnalare un albero caduto sulla Napoleonica (SR252) all’altezza del ristornate “Ai Granatieri” a Talmassons
che ha creato non pochi disagi alla viabilità extra urbana.
Alle 14:00 allagamenti si sono verificati nella zona di Tricesimo e Udine, i disagi maggiori si sono registrati però nel Latisanese con diffusi allagamenti nella città e nei paesi limitrofi Latisanotta, Ronchis, Rivignano, Teor e Varmo. Nel sottopasso di via Dietro Chiesa un’auto è rimasta bloccata dall’acqua ed i Vigili del Fuoco sono intervenuti a soccorso.
Allagamenti puntuali a Lestizza e Mortegliano.
Segnalazioni di una frana (caduta di un masso) a Taipana.
La sala operativa regionale (SOR) si è messa in contatto con il Consorzio di Bonifica Pianura Friulana al fine di
monitorare lo stato del reticolo di bonifica che non ha presentato particolari criticità, la SOR è stata altresì in contatto con la sede comunale di Protezione Civile del comune di Latisana ed il CAFC (Consorzio Acquedotto Friuli Centrale) per monitorare lo stato del reticolo urbano entrato in crisi.
I principali corsi d’acqua non presentano alcuna criticità.

NUE 112
Le chiamate legate al maltempo registrate dal servizio del NUE112 sono state 200, di cui di queste 160 solo che per il comune di Latisana.

VOLONTARIATO
Da inizio evento stanno operando complessivamente oltre 115 volontari di 28 comuni. A supporto del comune di Latisana, particolarmente colpito da allagamenti, sono intervenute le squadre dei distretti Latisanese e Medio Friuli.

PRECIPITAZIONI E VENTO
Ecco le precipitazioni massime registrate in 12 ore durante l’evento: Udine 93 mm, Lestizza 89 mm, Pradamano 77 mm, Latisana 87 mm, Pocenia 75 mm, Talmassons 81 mm, Adegliacco 74 mm, Palazzolo dello Stella 78 mm,
Orzano 70 mm.

Per quanto attiene il vento, ecco i valori massimi delle raffiche: Monte Matajur 27 m/s, Rest 19 m/s, Trieste 21 m/s, Muggia 19 m/s.

Commenta con Facebook