L’olimpionico Silvio Fauner nuovo direttore tecnico dello sci di fondo Fvg

di BRUNO TAVOSANIS

C’è anche il campione olimpico Silvio Fauner nello staff tecnico della Federazione sport invernali regionale per la stagione 2022-2023. Il sappadino, entrato nella leggenda dello sport italiano grazie alla volata vincente sul formidabile norvegese Bjorn Daehlie nella staffetta 4×10 km a Lillehammer 1994, ha assunto il ruolo di direttore tecnico dello sci di fondo Fisi Fvg. Un ritorno al passato per “Sissio”, pur con un ruolo diverso, visto che, come tutti i fondisti sappadini, dal 1980 (anno di nascita dell’asd Camosci) ha rappresentato il Friuli Venezia Giulia quando il passaggio della località ai piedi del Monte Siera alla nostra regione era ancora molto lontano. Fauner dopo i trionfi da atleta è stato anche direttore tecnico della squadra nazionale. Un bel colpo per lo sci nostrano, anche sul piano dell’immagine. Sempre in riferimento agli sci stretti, confermata Lorella Baron nel ruolo di coordinatrice, mentre la commissione sarà presieduta dal pordenonese Michele Scaramuzza, nominato vicepresidente del Comitato alla pari di Manuel Mentil (vicario); si tratta dei due consiglieri più votati nell’assemblea elettiva di inizio mese che ha confermato alla presidenza Maurizio Dunnhofer. A proposito di Mentil, sarà lui a guidare la commissione dello sci alpino, che vede la conferma come coordinatore di Tancredi Del Mestre, nome storico della Fisi regionale, che così resta con un ruolo importante all’interno del Comitato nonostante l’impossibilità a ricandidarsi avendo raggiunto il limite massimo consentito di mandati. Tristano Vicario è il direttore tecnico, mentre Marco Pletti e Andrea Faiman sono i referenti rispettivamente di Children (ovvero Ragazzi e Allievi, annate dal 2007 al 2010) e Cittadini-Universitari. Del Mestre resterà il riferimento dei Master. Anche Maurizio Del Fabbro è stato riconfermato coordinatore del biathlon nonostante non si sia potuto ricandidare, lui che nel quadriennio precedente era stato il consigliere più votato. Enrico Tach resta direttore tecnico di una delle discipline più in crescita in regione e in Italia (effetto Vittozzi e Wierer), Luca Natale è il presidente. Nessuna novità alla guida delle altre commissioni: nel salto/combinata presidente Dunnhofer e dt Giorgio Prodorutti, nello sci alpinismo presidente/coordinatore Tommaso Zanotelli e dt Monica Sartogo, nello snowboard presidente Scaramuzza e coordinatore Stefano Secco, stessi ruoli ricoperti rispettivamente da Mentil e Francesco Adami nel freestyle. Le commissioni si completano con la nomina a coordinatore dello sci d’erba di Silverio Doglia e degli sport paralimpici di Donatella Manià.