Lo Zoncolan “stella” del SuperGiroDolomiti di ciclismo

Transiterà anche in Carnia la sesta edizione del SuperGiroDolomiti, definita la maratona ciclistica più impegnativa della regione alpina, tanto da attirare molti atleti estremi. In totale ci sono 5450 metri di dislivello e 228 chilometri da affrontare. La corsa prenderà il via domenica 12 giugno alle 6.30 da Lienz, in Austria, ed entrerà in Italia attraverso il Passo Monte Croce Carnico, toccando quindi i comuni di Paluzza (l’amministrazione comunale ha coordinato le attività con Prefettura e Questura), Sutrio, Cercivento, Ravascletto, Comeglians e Ovaro, dove partirà la salita allo Zoncolan; quindi la discesa verso Sutrio e la successiva risalita al Monte Croce. L’arrivo è posto sempre a Lienz.
La corsa, che prevede circa 300 iscritti, arriverà in Carnia con i primi ciclisti attorno alle 8 e transiterà sulle nostre strade per circa 3 ore. Un’opportunità per far conoscere il territorio, anche se solo di passaggio.

Non ci saranno lunghe interruzioni della viabilità (ad eccezione del tratto Timau-Passo Monte Croce Carnico, dalle 7 alle 13, e della salita allo Zoncolan dalle 8 alle 11.30), ma la circolazione sarà sospesa per un massimo di mezz’ora (dal passaggio del cartello inizio gara a quello di fine gara). In ogni caso le amministrazioni comunali interessate invitano a fare ovviamente attenzione, anche perché il passaggio della manifestazione coincide con il Pellegrinaggio degli alpino al Pal Piccolo, i referendum e, per quanto riguarda Sutrio, le elezioni amministrative. Quindi sono possibili rallentamenti.

Il SuperGiroDolomiti vede una collaborazione transfrontaliera, tanto che è previsto un grande dispiegamento di volontari lungo le strade carniche. Non a caso tradizione vuole che ad ottobre venga organizzata una festa italo-austriaca proprio per ringraziare chi ha collaborato.