Lisa Vittozzi medaglia di bronzo nella staffetta mista dei Mondiali di biathlon

Subito una medaglia per l’Italia ai Mondiali di biathlon, subito sul podio la sappadina Lisa Vittozzi.

Assieme ai compagni di squadra Dorothea Wierer, Lukas Hofer e Dominik Windisch, la sappadina ha conquistato la medaglia di bronzo nella staffetta mista di Oestersund a 1’09” dalla vincitrice Norvegia e a 56″ dalla Germania.

Lisa, schierata come sempre al lancio, è stata la prima a presentarsi al poligono a terra e con una serie strepitosa (5 su 5 in gran velocità) si è ritrovata al comando con 7″5 sulla tedesca Hinz e 11″ sulla svedese Persson, mentre la norvegese Roeiseland era ottava a 17″ e la francese Chevalier quattordicesima a 26″.
Nella sessione in piedi Lisa è ancora strepitosa, precisa e veloce nel rilasciare i colpi; all’uscita dal poligono ha 16″ sulla Svezia, 22″5 sull’ucraina Merkushyna, 23″ sulla Norvegia.


Al cambio con Doro Wierer la 24enne scuola Camosci ha 4″ sulla scatenata Roeiseland, autrice di un ultimo giro a tutta, 16″ sulla Svezia, 20″ sull’Ucraina, 24″ sulla Slovacchia e 29″ sulla Germania.

La Wierer, con 2 ricariche a terra e altrettante in piedi, lascia strada a Hofer al terzo posto sulla scia di Germania e Norvegia, con 18″ di vantaggio sulla Svezia, quarta.

Anche Hofer effettua 2 ricariche a terra e 3 in piedi; bravo Lukas in quest’ultimo caso a centrare tutte le ricariche dopo aver mancato 3 dei primi 5 bersagli. Al termine dei 7.5 km Hofer è terzo con un distacco di 56″ dal fenomeno norvegese Johannes Boe e di 41″ dal tedesco Peiffer, con il ceco Moravec quarto a 1’30” dalla vetta.

L’ultima frazione per l’Italia è affidata a Dominik Windisch, mentre Norvegia e Germania schierano rispettivamente Christiansen e Doll.
A terra due ricariche per l’azzurro, in piedi tre, quanto basta comunque per salire sul podio.

“È stata una bella gara – racconta Lisa –. Ho fatto una bella prestazione al poligono e sono contenta di essere stata anche veloce. Sono soddisfatta perché ci mancava una medaglia nella staffetta mista ai Mondiali e sono felice di averla portata a casa. È un buon inizio e ci dà sicuramente fiducia, ci sono molte gare e sarà dura, ma ce la metterò tutta e vedremo come va. Ho una consapevolezza che mi ha reso più sicura, così cerco di fare il mio e non pensare troppo, lavorando su quello che ho fatto in estate e facendo del mio meglio. Spero di riuscirci. La sprint? La neve è molto dura, è un po’ difficile, ma sono convinta di poter fare bene”.

Venerdì alle 16.15 è in programma la 7.5 km sprint femminile, con Lisa Vittozzi che avrà il pettorale giallorosso di leader sia della classifica generale che di quella di specialità.

Commenta con Facebook