Lisa Vittozzi e Ilaria Scattolo campionesse italiane di biathlon estivo

Una tipica giornata autunnale in Val Martello ha aperto la versione estiva dei Campionati Italiani di biathlon, evento che come da tradizione chiude la fase estiva della preparazione, aprendo così quella autunnale nel quale si finalizza il lavoro in vista dell’inverno.
Ad aprire la contesa è stata la sprint maschile. Splendida la prestazione di Tommaso Giacomel (Fiamme Gialle) che ha dominato la gara vincendo con 38” di vantaggio su Didier Bionaz (Esercito). I due si sono confermati quindi i più competitivi in questo momento nella squadra azzurra. Terza piazza per Lukas Hofer (Carabinieri), staccato di 1’07”, ma bravo a prendersi il podio per appena 2” su Daniele Cappellari, quarto. Sesto Daniele Fauner, ottavo Nicola Romanin.

Al femminile, Lisa Vittozzi continua a mandare segnali davvero importanti nel corso di questa estate, nella quale con il nuovo staff tecnico azzurro, la sappadina del CS Carabinieri sta ritrovando sé stessa.
Netto il successo di Lisa sull’asfalto della Val Martello: per lei un vantaggio di ben 48″ su Dorothea Wierer (Fiamme Gialle), penalizzata da un errore di percorso che le è molto probabilmente costato la gara. In terza piazza un’ottima Federica Sanfilippo (Fiamme Oro), che dopo le difficoltà dovute alla salute nei mesi di luglio ed agosto, è riuscita a prendersi il terzo posto a 1’15″6, di appena quattro decimi sulla rientrante Samuela Comola (Esercito), rimasta di poco giù dal podio, ma reduce da un infortunio che l’ha fermata nell’ultimo mese. Buon rientro per lei. Ottava Eleonora Fauner. «Sono molto contenta del risultato – dice Lisa -. Il poligono è stato un po’ faticoso perché la quota si sente e il tratto per ragguungere l’area di tiro è abbastanza duro, però sono riuscita a gestirlo bene. Sugli skiroll non mi sentivo al meglio, però sono comunque riuscita ad esprimermi in modo soddisfacente. La short individual sarà una gara da gestire bene, perché è più lunga. Penso di avere ancora qualche energia da mettere in campo».

Nella gara juniores, il titolo italiano femminile è andato a Rebecca Passler, grande favorita della vigilia. Ci si aspettava di vedere la carabiniere di Anterselva nella gara senior, invece per lei è arrivato l’oro giovanile. La sua prestazione le sarebbe valsa una buona quinta piazza nella gara senior, a circa 18″ da Sanfilippo e Comola.
In seconda posizione un’ottima Sara Scattolo (Esercito), giunta a 13″3 dalla vincitrice. La 19enne di Forni Avoltri, alla prima stagione nella categoria, si conferma atleta di altissimo livello.
La terza piazza è andata a Hannah Auchentaller (Carabinieri), che ha chiuso a 19″1 da Passler. Buona la prova di Gaia Brunetto, che ha concluso quarta a 1’03″1.
Pronostico rispettato anche nella gare juniores maschile: vittoria di Elia Zeni, all’esordio con la divisa delle Fiamme Gialle, che si è imposto davanti a Marco Barale (Fiamme Oro), staccato di 20″5 e apparso già in buone condizioni. Terza piazza per Thomas Daziano (Fiamme Oro), giunto a 33″6, davanti a Nicolò Betemps e Christoph Pircher (Fiamme Oro). Sesto Fabio Piller Cottrer, settimo Pietro Pallober.

Doppietta piemontese tra i Giovani maschili: Paolo Barale vince su Nicola Giordano con un distacco di 3”5. Sul terzo gradino del podio un giovane che già l’anno scorso era piaciuto molto, il carnico Alex Perissutti (SS Fornese), che si è confermato molto competitivo chiudendo a 6”8 con tre errori, due a terra e uno in piedi. Per Alex è la seconda medaglia tricolore della stagione dopo l’argento ottenuto sugli skiroll, sempre nella categoria Giovani. Bravo anche il compagno di squadra Cesare Lozza, quinto.

Ilaria Scattolo al poligono (foto Newspower)

Al femminile, la vittoria è andata all’ottima Ilaria Scattolo, che si è imposta con un netto margine di vantaggio, 20”9 su Francesca Brocchiero e Fabiana Carpella. Quarta, a soli 4″5 dal podio, Astrid Plösch, decima Serena Del Fabbro.

Julian Huber, preciso al poligono, si aggiudica la vittoria tra gli Aspiranti maschile, mancando un bersaglio a terra e imponendosi con un vantaggio di 24”1 su Lorenzo Canavese, che ha commesso 2 errori a terra e uno in piedi. Sul terzo gradino del podio è giunto Hannes Bacher, staccato di 42”9. Nono Marco Da Pozzo, decimo Marco Iorio.
Tre errori al poligono per Carlotta Gautero che porta a casa facilmente il titolo italiano con un vantaggio di 41” sulla valdostana Nayeli Mariotti Cavagnet, brava a chiudere la sua gara con un doppio zero. Terza piazza per Fabiola Miraglio Mellano, giunta a 1’31.1 con due errori, uno per serie, mentre Desiree Ribbi è quarta, con Maya Pividori ottava.

Domenica è in programma la short individual.

(in copertina, nella foto Newspower, Lisa Vittozzi al poligono)