L’ex sindaco di Tolmezzo Francesco Brollo si iscrive ad Azione

L’ex sindaco di Tolmezzo Francesco Brollo ha scelto di iscriversi ad Azione, il partito guidato da Carlo Calenda. 

“Ci sono momenti nella storia politica di un Paese in cui non puoi far finta di niente e girarti dall’altra parte – spiega Brollo -. Il “Draghicidio” è stato uno di questi e dopo un prima reazione di indignazione per una operazione dove politici senza scrupoli hanno sacrificato le istituzioni e il bene degli italiani per finalità di parte e opportunismo elettoralistico, ho subito sentito la necessità di fare qualcosa per rendermi utile. Ho scelto di farlo con una forza politica che ho visto affidabile, concreta e, sebbene dalla storia recente, già con le idee chiare e progetti sostenibili per il bene dei cittadini”.

“Ne ho avuto conferma nelle frenetiche giornate post caduta di Draghi – prosegue il già primo cittadino tolmezzino -. Mentre tutti i partiti si sono persi in tatticismi e dispute personali, Azione ha parlato di temi, pubblicando per prima il proprio programma, a  conferma della concretezza e della serietà. Un programma coraggioso, che mette al primissimo posto scuola e sanità, che presta attenzione a infrastrutture, ambiente, impresa e lavoro, che non ha dubbio alcuno su dove deve collocarsi l’Italia: in  Europa, con l’Europa”.

“Perciò ho deciso di mettere a disposizione la mia esperienza, maturata come sindaco e presidente della Comunità di montagna, nonché a livello internazionale nell’esecutivo delle Città alpine dell’anno, e, per la prima volta da quando sono amministratore locale, di tesserarmi e schierarmi con una forza politica che colloca meritocrazia e competenza al primo posto”. 

In questo contesto, in Azione ho poi trovato, attraverso la sua segretaria regionale Isabella De Monte e il referente dell’Alto Friuli Emanuele Facchin, la giusta sensibilità per dare attenzione alle voci che vengono dalla montagna e spazio alle politiche che alle genti di montagna servono”, conclude Brollo. 

La stessa Isabella De Monte commenta: “Mi fa molto piacere che Francesco Brollo abbia aderito ad Azione. Abbiamo bisogno di persone pragmatiche, capaci e che ben conoscono le difficoltà ma anche le opportunità delle nostre aree montane. Francesco, che conosco da diversi anni, sono certa che rappresenterà un importante valore aggiunto e ci aiuterà nel far conoscere le idee di Azione per l’Alto Friuli”. 

“Colgo la notizia dell’arrivo in Azione di Francesco Brollo con soddisfazione politica e personale, anche perché è una persona che conosco e stimo da molti anni – dice Emanuele Facchin -. Ritrovo nelle sue parole le ragioni che un paio di  anni or sono mi hanno spinto ad iscrivermi ad Azione, un’attitudine al fare con serietà, competenza e  concretezza e una linea politica che riproponendo le linee del socialismo liberale sappia essere al passo con i  mutamenti della società, una società che necessità prima di tutto di investire in scuola e salute e una società  che valorizza l’iniziativa privata tanto quanto vuole rendere efficace il comparto pubblico. Per fare questo – conclude Facchin -. sono assolutamente persuaso che ci sia bisogno di persone non solo appassionate, ma anche competenti come Brollo”.