L’assessore Scoccimarro: «Sugli impianti Siot stiamo applicando la legge»

In Consiglio regionale è stata data risposta oggi a sei question time sui temi dell’ambiente e dell’energia, materie di competenza dell’assessore regionale Fabio Scoccimarro.
In particolare Giampaolo Bidoli (Patto per l’Autonomia) ha posto il problema dei progettati impianti di cogenerazione Siot in quanto nel primo incontro con la Giunta non sarebbero stati coinvolti i portatori di interesse, vanificando l’obiettivo di un percorso pubblico, trasparente e partecipato. Bidoli ha chiesto conto all’assessore di una sua frase che gli sembrava desse per scontata la realizzazione degli impianti, senza considerarne a fondo gli impatti negativi in termini ambientali certificati da un report dell’Ape. Il botta e risposta è avvenuto alla presenza di una rappresentanza di cittadini dell’area interessata, la Val But, giunta in Consiglio regionale per manifestare la propria preoccupazione e contrarietà. Scoccimarro ha ricordato al consigliere che, a prescindere dalle opinioni sui progetti, la Giunta e gli uffici regionali sono tenuti a rispettare la legge: “La Siot ha rispettato le norme, ottemperando alle autorizzazioni, e io non posso dire al mio dirigente: fai le cose diversamente. Condivido le preoccupazioni di sindaci e abitanti, capisco che possa esserci un impatto, ma sto applicando la legge. Alla società ho comunque raccomandato una maggiore comunicazione nei confronti della cittadinanza”. L’assessore ha anche annunciato un tavolo tecnico di confronto con sindaci e portatori di interesse, dopo il primo incontro con i Comuni. “Fa piacere che lei condivida le preoccupazioni – ha replicato Bidoli -. Speriamo che la relazione di Ape venga tenuta in considerazione”.