La stagione teatrale di Pontebba si apre con gli Oblivion

Ritornano a grande richiesta in Friuli Venezia Giulia gli Oblivion. Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda e Fabio Vagnarelli, dopo le repliche da tutto esaurito dello scorso marzo, apriranno quattro stagioni del Circuito ERT con La Bibbia riveduta e scorretta. Il musical andrà in scena mercoledì 13 novembre al Teatro Ristori di Cividale, giovedì 14 novembre all’Auditorium Aldo Moro di Cordenons, venerdì 15 novembre al Teatro Italia di Pontebba e sabato 16 novembre all’Auditorium Biagio Marin di Grado. Tutte le repliche inizieranno alle 21, con l’eccezione di Grado dove il sipario si aprirà alle 20.45. La data di Cividale ha già fatto segnare il sold-out in prevendita. 

Per la prima volta nella loro carriera i cinque madrigalisti moderni si cimentano in un vero e proprio musical comico nel quale con il loro irriverente stile fatto di parodie, mash-up musicali, duetti impossibili e canzoni strampalate raccontano le vicende più incredibili dell’Antico e del Nuovo Testamento.

Il musical è ambientato nel 1455 in Germania, quando Johan Gutenberg introduce la stampa a caratteri mobili creando, di fatto, l’editoria e inaugurando l’età Moderna. Il primo cliente di Gutenberg è piuttosto autorevole: si tratta del Signore che da millenni aspettava il momento di diffondere la sua “autobiografia”.  Gutenberg, da bravo teutonico, è molto risoluto e sa bene cosa vuole il pubblico in un libro. Cerca quindi di trasformare, con ogni mezzo possibile, quello che lui considera un insieme di storie scollegate e bizzarre in un vero e proprio bestseller: La Bibbia.

Tra discussioni infinite, riscritture e un continuo braccio di ferro tra autore ed editore, nella tipografia prendono vita le vicende dell’Antico e Nuovo Testamento, le parti scartate e tutta la Verità sulla Creazione del mondo, finalmente nella versione senza censure.

Dopo il loro incontro nel 2003 a Bologna, gli Oblivion iniziano a “frequentare” una serie di maestri eccellenti come il Quartetto Cetra, Rodolfo de Angelis, Giorgio Gaber, i Monty Python fino a creare un loro stile originale che mescola modernità e tradizione, vintage e attualità. Sette anni intensi spesi nel teatro di rivista e nei musical, poi dieci anni fa diventano notissimi al grande pubblico grazie al loro video su YouTube I Promessi Sposi in 10 minuti, geniale micro-musical. Il passo successivo è il teatro, con gli spettacoli Oblivion Show, Oblivion Show 2.0: il sussidiario e OtHello, la H è muta, lavori che hanno fatto segnare una serie infinita di tutto esaurito al botteghino, ottenendo lodi da pubblico e critica. Recentemente li abbiamo visti in tournée con Oblivion: The Human Jukebox

Maggiori informazioni al sito www.ertfvg.it e chiamando il Centro Culturale Aldo Moro (0434 932725), il Comune di Pontebba (0428 90161) e la Biblioteca di Grado (0431 82630). 

Commenta con Facebook