La Regione Fvg annuncia un forte impegno per il rilancio turistico di Sappada

“E’ stata una scelta significativa quella di presentare il nuovo claim per la promozione di Sappada a pochi giorni dalla chiusura dell’accordo per l’acquisizione degli impianti sciistici della località dolomitica da parte di PromoturismoFVG, nell’ottica di poter avviare una serie di investimenti che la Regione intende sostenere per rilanciare questa realtà e farle interpretare a pieno titolo il ruolo di ‘sesta Perla’ della montagna del Friuli Venezia Giulia”.

Con queste, parole l’assessore regionale alle Attività produttive con delega al Turismo, Sergio Emidio Bini, è intervenuto in chiusura della presentazione, svoltasi a Udine nel palazzo dell’Amministrazione, del nuovo marchio #sappadaterradeicampioni, rivolto in particolare all’universo del web per mettere in risalto una delle principali prerogative di Sappada: la vocazione agli sport invernali. Di Sappada, sono due campioni mondiali e olimpionici dello sci nordico: Silvio Fauner e Pietro Piller Cottrer, che sono i testimonial del nuovo corso di Sappada.

L’ingresso della località dolomitica nel Friuli Venezia Giulia, come ha evidenziato Silvio Fauner, che è assessore comunale allo Sport, segna infatti una linea di demarcazione verso una nuova gestione e nuovi scenari turistici ed economici, per la vallata e per le valli circostanti. A seguito del passaggio al Friuli Venezia Giulia, è infatti stato ricostituito il Consorzio Comelico Sappada Dolomiti, cui hanno aderito 74 operatori di una località che vanta il record nella percentuale tra le medaglie olimpiche ottenute dai suoi cittadini e il numero di abitanti (una ogni 100) e che è riconosciuta per la parte originaria tra i borghi più belli d’Italia, premiata quale Comunità sostenibile e insignita della Bandiera Arancione.

Bini ha evidenziato che il trasferimento della gestione degli impianti a PromoturismoFVG è avvenuto con trasparenza e rapidità, in tempo per l’avvio della stagione sciistica, grazie alla piena disponibilità degli operatori. Sappada è stata definita dall’assessore bellissima non soltanto per le opportunità sportive e amatoriali legate allo sci ma anche per gli altri elementi che mette a disposizione dei visitatori: dall’architettura tipica della montagna del ‘700, a Cima Sappada, all’accoglienza, alla cucina, anche stellata, a un ambiente intatto. Per questi motivi in particolare, nei prossimi anni la Regione intende investire negli impianti della località dai 10 ai 12 milioni di euro, mentre complessivamente per le realtà sciistiche dell’arco montano ha già stanziato circa 40 milioni di euro. Si punta a fare in modo che Sappada per gli EYOF 2023, le olimpiadi bianche dei giovani nelle quali ospiterà le prove di sci nordico, si presenti ai suoi ospiti con l’aspetto e i servizi migliori.

Infine, Bini ha rilevato che il Consorzio Comelico Sappada Dolomiti rappresenta e rappresenterà un braccio operativo importante della Regione per la valorizzazione della località, anche in previsione degli interventi per l’ammodernamento delle strutture ricettive sappadine, che la Regione intende favorire.

“Sappada è la località con il più alto tasso di medaglie in rapporto alla popolazione: una medaglia olimpica circa ogni 100 abitanti! Partendo da questa virtuosa realtà vogliamo trasmettere ai nostri ospiti un valore ben più ampio – dichiara il direttore del Consorzio Monica Bertarelli -, che si traduce nelle eccellenze di tutta la proposta turistica locale dove sono numerose le componenti che rendono unica l’ospitalità: partendo dal patrimonio ambientale con le Dolomiti, il titolo di bandiera arancione e la certificazione di comunità sostenibile, passando per la cultura sappadina che vanta addirittura una lingua autoctona germanofona, per la tradizione, con un carnevale unico nel suo genere, fino ad arrivare all’alta cucina rappresentata da un ristorante con Stella Michelin e da numerosi altri ristoranti gourmet e , non ultima, la possibilità di praticare numerose attività outdoor, tra cui anche qualcuna di nicchia che sta prendendo piede in modo esponenziale”.

Alla presentazione hanno preso parte, tra gli altri, il deputato Roberto Novelli e il project manager degli EYOF invernali 2023 nonché presidente della FISI FVG, Maurizio Dunnhofer.