La Questura sospende per 7 giorni l’attività di raccolta di gioco della sala slot “Macau” di San Daniele

Continuano i controlli in materia di giochi da parte della Polizia di Stato iniziati ai primi di luglio.

L’attività di controllo ha per oggetto la verifica del rispetto del divieto di gioco con vincita in danaro da parte dei minori ed il contrasto al gioco illegale, accertando il rispetto della normativa, statale e regionale, in materia.

Come già accaduto al titolare, cittadino cinese, del “Magic Games” di Gemona del Friuli nei giorni scorsi, martedì 17 anche ad altro suo connazionale è stato notificato un decreto di sospensione dell’attività di raccolta di gioco per 7 giorni.

Trattasi di H. L., titolare del “Macau” di San Daniele del Friuli: in diversi controlli effettuati da personale della Polizia di Stato della Questura udinese, nei giorni 6 e 16 luglio sono state accertate violazioni delle norme in materia di gestione delle attività soggette ad autorizzazione di Polizia, cui è seguito il decreto di sospensione con l’avvertenza che eventuali ulteriori violazioni in futuro saranno sanzionate con più gravi sanzioni previste dal T.U.L.P.