La leggenda del Trio Pakai al Teatro Nuovo Giovanni da Udine

E’ il folk “Made in Cleulis”, quello del mitico “Trio Pakai”, il protagonista dello spettacolo di fine anno della Provincia di Udine.
L’appuntamento è per venerdì 22 dicembre alle 21 al Teatro Nuovo Giovanni da Udine. “Una location di prestigio per l’omaggio a questa formazione musicale che rappresenta un’importante pagina della storia del Friuli”, commenta il presidente del Consiglio provinciale Fabrizio Pitton. E sul palco, accanto agli storici strumenti del gruppo, in particolare la fisarmonica di Amato Matiz (anima del complesso), “ritornerà” lo storico Trio nella formazione composta da Paolo Morocutti (chitarra), Stefano Paletti (voce) ed Elvio Puntel, figlio di Genesio Puntel. Un’esecuzione speciale nel cuore del concerto che proporrà vari brani del repertorio di Pakai eseguiti dal fisarmonicista friulano di fama internazionale Sebastiano Zorza insieme ad Alexander Paunovic al contrabbasso e Marko Feri alla chitarra. Allegria, tanta allegria e un viaggio nel passato il programma proposto agli spettatori che, nella parte iniziale, assisteranno agli sketch di Caterina Tomasulo, Tiziano Cossettini e Claudio Moretti, presentatore dell’intera serata. Due brani, “Lignan” e “Aiar di fieste” di Pakai-Morocutti, saranno eseguiti dalle artiste dell’Ensemble “Artevoce” preparato da Franca Drioli: Michela Franceschina, Francesca Sanavro, Consuelo Avoledo, Federica Copetti, Milena Galasso, Carla Obolo, Helga Petris, Nicoletta Zilli, Sara Simondi e Megan Stefanutti; quest’ultime proporranno anche “Nadâl”, testo di Madre Teresa di Calcutta in versione friulana con musiche e arrangiamenti del maestro Valter Sivilotti che cura la direzione artistica della serata in collaborazione con Alessio Screm, fervente musicologo e animatore culturale carnico, figura che insieme all’Associazione Culturale Giovins Cjanterins di Cleulis, La Clape Culturâl la Dalbide di Cercivento, Hans Puntel, Celestino Vezzi mantiene vivo il ricordo del gruppo.

Nell’omaggio della Provincia di Udine al “Trio Pakai” si inserisce anche la proiezione di alcuni brani del film “Maria Zef” di Vittorio Cottafavi (1981) ispirato dal romanzo di Paola Drigo che racconta la Carnia in cui è incluso un cameo del trio Amato Matiz&Co prestati come musicisti e attori per l’occasione. “Un doveroso ringraziamento alla Rai per aver concesso questo materiale che contribuirà ad arricchire e a rendere ancora più speciale la serata e il ricordo di questo mitico gruppo”, conclude Pitton.

L’ingresso è gratuito. I biglietti prenotati saranno consegnati al teatro prima dell’inizio dello spettacolo e saranno distribuiti anche gli eventuali posti disponibili.