La friulana Eurolls consolida la sua presenza in Messico

La friulana Eurolls prosegue la sua opera di internazionalizzazione consolidando la sua presenza in Messico dove l’azienda, che produce rulli in acciaio e carburo di tungsteno, è già presente da anni a Monterrey, con 25 addetti (tutti del posto) e un fatturato di 100 milioni di pesos, corrispondenti a circa 4.650.000 euro.

La presenza Oltreceano del presidente Renato Railz conferma le attitudini internazionali dell’azienda di Attimis, che ha il suo core produttivo a Villa Santina e di recente ha aperto una piccola sussidiaria anche a Resia. La multinazionale è presente anche in Cina e Brasile.

Il Sud America rappresenta dagli ultimi anni un focus importante per l’azienda: potenzialmente tutte la aree della terra in via di sviluppo sono territori in cui Eurolls può espandersi. “Abbiamo di recente ricevuto diverse commesse milionarie dai Paesi d’Oltreoceano – spiega Railz -. La mia presenza in Messico, in queste giornate ne è la riprova, i nostri prodotti sono ormai riconosciuti e voluti”.

Le lavorazioni di super-finitura, i trattamenti ed i rivestimento con cui vengono fabbricati rulli di Eurolls sono il fiore all’occhiello dell’azienda che investe ogni anno, in ricerca e sviluppo, milioni di euro, anche e soprattutto collaborando con l’INFN di Padova. “Il Messico rappresenta per noi un baluardo produttivo essenziale – continua Railz -. I clienti, in questa area del mondo possono contare sulla nostra presenza fisica in zona e questo è fondamentale. Lo sanno bene tutti coloro che fanno affari in Paesi extracomunitari: serve la presenza, serve esserci’.

“In Messico ci sono grandi lavoratori e personale qualificato che è stato attentamente scelto, come del resto avviene anche in Italia – conclude Railz -. Crediamo che Eurolls possa  guadagnarsi quote di mercato sempre maggiori in tutto il mondo, a partire dai Paesi del Sud America, ma anche negli Stati Uniti”.