Investimenti per 30 milioni nelle zone industriali di Amaro, Tolmezzo e Villa Santina

Nell’Assemblea presieduta da Roberto Siagri, i Soci del Carnia Industrial Park hanno approvato all’unanimità il Piano Industriale 2023-2025.

Sono stimati in oltre € 30 milioni gli investimenti programmati dal Consorzio per il prossimo triennio, di cui € 10 milioni per interventi in corso di progettazione o con cantieri già avviati e circa € 20 milioni per le nuove opere.

Uno degli investimenti più significativi riguarderà l’ampliamento della zona industriale di Amaro, oggi satura, per circa 90.000 mq, con nuovi lotti industriali per futuri insediamenti, per i quali si prevede la pubblicazione del bando di gara per le assegnazioni nella seconda metà del 2023.

Per Villa Santina è già stata avviata la progettazione per la realizzazione di un nuovo edificio, con due spazi per la produzione e la vendita diretta dei prodotti realizzati, denominato Botteghe artigiane della Carnia, nel sito dell’ex Tessitura Carnica, recentemente acquisito dal Consorzio. L’intento è quello di realizzare, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Villa Santina, un nuovo modello di rilancio dell‘artigianato tradizionale locale, anche con il coinvolgimento del Museo Carnico delle Arti Popolari “Michele Gortani”, in un’area che, in futuro, potrà essere ampliata con ulteriori immobili modulari. A primavera 2023 si prevede la pubblicazione del bando per l’assegnazione in locazione dei primi due moduli di circa 600 mq ciascuno.

Il nuovo cantiere più importante nella zona industriale di Tolmezzo riguarderà la demolizione dell’ex Chimica Carnica, a partire dal prossimo mese di ottobre, e la realizzazione nel corso del 2023 di un nuovo polo per l’insediamento di piccole imprese manifatturiere (in fase progettuale sono stimati spazi per 9 nuovi insediamenti), che sarà denominato Artesans. Le dimensioni degli spazi modulari da assegnare varieranno dagli 800 a 1000 mq e il bando per l’assegnazione in locazione è previsto per l’estate 2023.

Un focus particolare, in questa fase storica di grande incertezza in merito ai costi dell’energia, sarà dedicato alla programmazione di interventi per l’efficientamento energetico del patrimonio immobiliare, anche in partnership con società Esco. È inoltre in fase di completamento lo studio di fattibilità per la realizzazione sperimentale di una Comunità energetica locale che potrà interessare in particolare le PMI delle tre zone industriali di Amaro, Tolmezzo e Villa Santina.

(nella foto la zona industriale di Villa Santina)