Infortuni sugli sci tra Zoncolan, Sappada e Piancavallo

Nuova serie di incidenti sugli sci sullo Zoncolan nell’affollata domenica vissuta sul polo carnico. Il più serio ha coinvolto uno sciatore carnico che ha riportato la frattura dell’omero cadendo durante una discesa in zona Lavet. L’incidente è accaduto intorno alle 14. L’uomo è stato subito soccorso dagli agenti della Polizia in servizio sulle piste e dai sanitari del 118 giunti da Tolmezzo. Gli agenti sugli sci sono dovuti poi intervenire in soccorso ad altri nove sciatori che candendo hanno riportato distorsioni e contusioni. In tutti i casi gli infortunati si sono recati autonomamente in ospedale.

Quattro gli infortunati invece a Sappada in altrettante cadute. In un caso ad avere la peggio è stata una ragazza di 17 anni fratturatasi ad un polso durante la discesa dal Campetto 2. Frattura del polso anche per un turista 50 enne italiano è scivolato sul ghiaccio mentre passeggiava in località cascatelle. L’uomo si è recato autonomamente al locale posto di Polizia per chiedere aiuto da dove è stato poi condotto in ambulanza all’ospedale di Tolmezzo dove è stata trasportata, con probabile frattura ad una gamba, anche una sciatrice caduta sulle piste. Solo una contusione invece per un altro sciatore caduto sempre in pista.

A Sappada sale così a 100 il numero degli interventi della polizia sulle piste da inizio stagione. In tutti i poli della regione – segnala il vice questore Alessandro Miconi – i numeri comunque sono nella media.

Incidente anche in Piancavallo: un escursionista 67 enne ha subito una distorsione alla caviglia nei pressi del “ghiaione val sughet” mentre si dirigeva verso Cima Manera. L’uomo è stato recuperato dall’elicottero del nucleo Vigili del Fuoco di Venezia che si trovava già in zona per una precedente ricerca. Trasportato nei pressi degli impianti sciistici di Piancavallo è stato soccorso dai sanitari del 118

Commenta con Facebook