Infortuni in montagna, doppio intervento tra il Volaia e il Monte Avanza

Sono state recuperate dal personale tecnico del Soccorso Alpino e Speleologico le due persone infortunatesi questo pomeriggio in montagna.

La donna infortunatasi ad un arto nella zona del Monte Avanza è S. N. del 1965 di Forni Avoltri: è stata recuperata dall’elicottero della Protezione Civile con a bordo i tecnici della stazione di Forni Avoltri del Soccorso Alpino e Speleologico e condotta all’ospedale di Tolmezzo.
La persona infortunatasi sul Monte Volaia è anch’essa una donna. Versa in gravi condizioni ed è ricoverata all’ospedale di Udine. Si tratta di M. (nome) S. (cognome) del 1965, residenza non nota nei dintorni di Udine e al momento dell’incidente era in escursione assieme al marito. La donna stava scendendo dalla cima del Monte Volaia e l’incidente è avvenuto ad una quota di circa 2200 metri. Ha perso aderenza scivolando e ruzzolando per un’ottantina di metri sulle rocce e sul brecciolino: si è fermata sul ciglio di un salto di rocce ulteriore.
Per recuperarla è stato inviato l’elicosoccorso regionale: sbarcata l’equipe medica sul posto con il verricello si è dovuto provvedere a creare degli ancoraggi sulla roccia con il trapano per assicurare sia il tecnico di elisoccorso che il medico e calarli con le corde fino al punto in cui si trovava la donna. Stabilizzata sul posto e imberellata, l’escursionista è stata poi condotta a Collina dove attendeva l’ambulanza del 118 per ulteriore stabilizzazione e dopo un po’ di tempo riconsegna all’elicottero per correre all’ospedale.
Commenta con Facebook