Infarto fatale, operaio 46enne muore in Autostrada nei pressi del casello di Amaro

Un operaio di 46 anni della ditta Sirti Impianti di Udine, Marco Peressini, è morto dopo essere stato colto da un infarto mentre guidava il suo furgone di servizio lungo l’autostrada A23.

È successo intorno alle 8 oggi, mercoledì 21 settembre. L’operaio si trovava al volante del furgone della ditta Sirti, realtà che si occupa di impianti elettrici. Era partito con due colleghi diretto a un cantiere di Chiusaforte. Poco prima del casello di Carnia si è sentito poco bene ma non ha perso il controllo del mezzo: è riuscito a frenare a ad accostare sulla corsia di emergenza. In quel momento, lungo la A23 stava passando una pattuglia della polizia stradale della sottosezione di Amaro, coordinata dall’ispettore capo Sandro Bortolotti, che lo ha immediatamente soccorso contattando, nel contempo, il personale medico del 118.

Gli agenti hanno provveduto a defibrillarlo e sono riusciti a rianimarlo. È stato tenuto in vita in autostrada fino all’arrivo dell’ambulanza che lo ha trasportato poi a sirene spiegate all’ospedale di Udine. Qui è stato assistito e trattato subito ma, purtroppo, il suo cuore ha smesso di battere ed è morto.