Incendio in Val Resia, blackout nella notte e pericolo massi sulla strada

Val Resia senza corrente questa notte a causa di un incendio boschivo scoppiato in località Pejo, vicino a un gruppo di abitazioni; siamo nella località di San Giorgio, nell’area di Poclanaz. L’allarme è scattato nella prima serata di ieri, sabato 4 agosto, al levarsi delle prime colonne di fumo.

Erano circa le 20.30 quando è stata attivata la macchina dei soccorsi con l’intervento degli uomini della forestale, dei vigili del fuoco e della Protezione civile. Il rogo si è sviluppato in una zona di bosco vicino alla scarpata della ex sp 42.

Per eseguire le operazioni di spegnimento in tutta sicurezza è stato necessario togliere la corrente: insieme ai tecnici Enel, alle 21 di ieri è stata disattivata la linea di media tensione e, per il pericolo di caduta dei massi sulla carreggiata, è stata chiusa al traffico anche la ex strada provinciale 42. Chiuse anche alcune vie minori. Il rogo si è esteso per circa tre ettari di macchia composta perlopiù da arbusti e sterpaglie.

Per domare l’incendio sono intervenuti i vigili del fuoco del Distaccamento di Gemona del Friuli e i pompieri volontari di Moggio Udinese. Il loro tempestivo intervento ha permesso di contenere le fiamme prima che potessero raggiungere le case.

Questa mattina, domenica 5 agosto, l’elicottero della Protezione civile Fvg ha eseguito alcuni passaggi sulla valle per il getto di acqua con la benna, per domare gli ultimi focolai. L’emergenza è rientrata anche se sono ancora in corso le opere di messa in sicurezza, controllo e bonifica. La corrente è stata ripristinata da E-distribuzione e la strada riaperta da Fvg Strade. Sul posto i carabinieri della stazione di Moggio e il sindaco di Resia, Sergio Chinese, che ha ringraziato tutte le squadre intervenute nella notte. Nessuno è rimasto ferito

Commenta con Facebook