Il coro Cantà Promàn in concerto a Buja e Artegna

L’Ecomuseo delle Acque del Gemonese ospiterà questo fine settimana il coro “Cantà Promàn”, che si esibirà sabato 2 luglio alle 20.30 a Buja nella corte di Borgo Saletti. Il concerto verrà replicato domenica 3 luglio alle 11 ad Artegna nella Pieve di San Martino.

Il repertorio del coro, costituito da oltre venti elementi, è conosciuto in tutta Italia come il “deposito” di canto popolare più importante dell’intero arco alpino. I brani che verranno interpretati dal gruppo saranno introdotti da Renato Morelli, uno dei maggiori etnomusicologi italiani.

“Cantà Promàn” non è un coro organizzato, è un gruppo spontaneo e informale di voci miste che propone il repertorio di Premana, il più alto paese della Valsassina in provincia di Lecco, uno fra i maggiori produttori mondiali di forbici. Oltre all’artigianato del ferro e dei coltelli, Premana vanta una peculiarità esclusiva di canto polivocale tradizionale alpino (Tìir): uno stile di canto urlato, potente, lento e sostenuto, nella tessitura acuta, al limite del grido, intonato quasi sempre dalle voci femminili. Nelle montagne sopra Premana ci sono 12 alpeggi. Durante la stagione estiva le donne e i bambini si trasferiscono qui, per pascolare il bestiame, lavorare il latte, fare il burro e il formaggio. Al termine del periodo di monticazione, ogni alpeggio organizza un grande pasto rituale (Past), al quale partecipano gli alpigiani locali e limitrofi. Dopo il pranzo inizia la festa, con l’esplosione dei canti tradizionali che coinvolge tutta la comunità e che dura fino a notte inoltrata.