Il Consiglio regionale approva il disegno di legge a difesa dei boschi dagli incendi

La II Commissione permanente del consiglio regionale, presieduta da Alberto Budai (Lega), ha approvato a maggioranza, con la sola astensione del Pd, le disposizioni per la difesa dei boschi dagli incendi contenute nel ddl n. 65 che sarà all’attenzione del Consiglio regionale nella sessione di fine ottobre. Relatori in l’Aula saranno, per la maggioranza, lo stesso Budai, mentre per la minoranza Chiara Da Giau (Pd).

Prima di votare i 24 articoli che compongono il provvedimento, l’assessore Stefano Zannier ha illustrato alcuni emendamenti della Giunta per delle modifiche al testo che troveranno ulteriore specificazione e integrazione nella discussione in Aula.

Si tratta di emendamenti, anche di natura tecnica, che – ha spiegato Zannier – recepiscono segnalazioni e spunti emersi già in occasione dell’illustrazione del testo lunedì scorso, e dall’esame in IV Commissione, riunita stamani per esprimere il parere – che è stato favorevole – sulle parti del provvedimemto di propria competenza. Accolte anche modifiche proposte dal Movimento Cinquestelle al termine di una discussione generale che è servita essenzialmente ad acquisire, da parte dei consiglieri M5S, Sergo e Capozzella, e del Pd, Da Giau e Marsilio, ulteriori chiarimenti, rispetto a quelli chiesti dai commissari in sede di illustrazione, lunedì scorso.

Fra gli aspetti oggetto di precisazione, la titolarità dei Comuni nell’aggiornamento del catasto comunale degli incendi boschivi, i divieti riguardanti pascolo e caccia nelle aree boscate percorse da incendio, la formazione dei volontari di protezione civile impiegati nello spegnimento degli incendi, che Capozzella con specifico emendamento chiede sia curata dai Vigili del Fuoco.

Il testo, oltre a fissare gli ambiti territoriali di applicazione e a dare una serie di definizioni terminologiche, stabilisce le funzioni e le competenze per la tutela del patrimonio boschivo, riguardo anche previsione, prevenzione, lotta attiva e monitoraggio degli incendi boschivi; delinea le disposizioni di attuazione per la tutela dei boschi dagli incendi (norme regolamentari, piano regionale antincendio boschivo, archivio regionale e catasto comunale degli incendi boschivi, coordinamento degli strumenti di pianificazione); indica gli interventi e i mezzi per la tutela dagli incendi e per la valorizzazione del patrimonio boschivo e prevede divieti e sanzioni.