Il Campionato Italiano Trial fa tappa a Tolmezzo

Il Motoclub Carnico organizzerà a Tolmezzo il 2 aprile prossimo, la tappa inaugurale del Campionato Italiano di Trial, a due anni dall’ultimo impegno organizzativo con il Campionato del Mondo Trial. L’evento è stato presentato di fronte ad un numeroso pubblico, sabato 4 marzo nella Sala del B.i.m. a Tolmezzo, con l’intervento oltre che del “padrone di casa di casa” il presidente del Bim Michele Benedetti, anche dell’assessore del Comune di Tolmezzo Gianalberto Riolino, del vicesindaco di Amaro Edi Mainardis, del presidente della Camera di Commercio di Pordenone-Udine Giovanni Da Pozzo, del direttore Tecnico del Trial nazionale Fabio Lenzi (pluricampione italiano Trial), del presidente del Moto Club Carnico Emanuele Prisco e di Valter Marcon coordinatore generale della manifestazione. Le zone teatro di gara saranno tutte a ridosso del centro cittadino facilmente accessibili dal pubblico e addetti ai lavori. “Rio confine” nei pressi dell’ex polveriera di Pissebus, “Ponte del Merlo” sulla strada per la frazione di Illegio e “Pracastello”, saranno gli ambiti dedicati alla gara, mentre l’ampio parcheggio di via Marchi ospiterà per la partenza, le premiazioni e la zona dei paddock. L’evento del 2 aprile, sarà l’appuntamento inaugurale del massimo campionato Tricolore 2023, ed ospiterà anche il campionato italiano di Minitrial. Alla serata erano presenti anche i più promettenti piloti italiani, arrivati in Carnia per un incontro collegiale di allenamento di due giornate, assieme ai tecnici della Federazione Italiana di Motociclismo. Spettacolo e adrenalina con salti di precisione millimetrica, saranno assicurati dai migliori specialisti delle due ruote artigliate in Italia, con la presenza del rider della Valsassina Matteo Grattarola, trionfatore lo scorso settembre in una gara del Campionato del Mondo Trial a Ponte di Legno, successo che mancava ai colori azzurri dagli inizi degli anni ‘90. Tra gli oltre cento piloti attesi in Carnia, non mancherà la pattuglia di piloti regionali con il fuoriclasse Giacomo Brunisso pilota di Pagnacco già campione italiano di categoria, e gli alfieri del moto Club Carnico Gabriele Agostinis ed i fratelli Adam e Luca Craighero.