I Sentieri di Stolvizza riaprono sabato 13 con una giornata di escursioni

Accattivante e tradizionale proposta dell’associazione “ViviStolvizza”, che ormai da anni mette a disposizione di turisti, escursionisti, sportivi e villeggianti il progetto “Sentieri Stolvizza”, un contenitore di escursioni di cui fanno parte gli storici tracciati “Ta lipa pot”, “Il sentiero di Matteo”, “Pusti Gost, sulle tracce del passato”, “P4 della Grande Guerra”, “Vertical Kilometer”, “Ta-na rado” e “Stolvizza facile”.

Sabato 13 aprile i percorsi saranno ufficialmente aperti con una giornata di escursioni che inizierà alle ore 9 con la partenza dei gruppi insieme ad accompagnatori del paese, che contribuiranno a far meglio conoscere e far vivere al turista-escursionista il territorio resiano. Al termine della camminata, come da tradizione, ristoro per tutti con la “Bruschetta dell’amicizia”, frutto di una amicizia (appunto) ormai ventennale con la comunità umbra e che ha prodotto questa proposta gastronomica, che vede la gustosa pietanza “costruita” con il pane e l’olio umbro e l’aglio di Resia.
Da sabato 13 aprile quindi tutti i sentieri di Stolvizza, come sempre tenuti in perfetto ordine dall’associazione “ViviStolvizza” con il concreto supporto del Parco delle Prealpi Giulie e questo anno grazie al contributo della FIASP (Federazione Italiana Amatori Sport per tutti), saranno a disposizione degli escursionisti e questo fino a domenica 27 ottobre.
In questo periodo sono molte le iniziative organizzate, tra le quali il 6
luglio la“Val Resia Vertical Kilometer” (gara di corsa in montagna), il 10 agosto la “Notte di San Lorenzo sul Ta lipa pot” (escursione guidata notturna) e il 18 agosto “Estate nei Sentieri Stolvizza” (manifestazione nazionale ludico-motoria”.

I sentieri possono essere percorsi da tutti in qualunque giorno ma, previa prenotazione, possono anche essere organizzate dall’associazione escursioni con un accompagnatore del posto.

Il progetto “Sentieri Stolvizza” ha le sue peculiarità nei tanti tracciati che si snodano intorno al paese, ben sei infatti sono attualmente le proposte di questo progetto (la “Vertical Kilometer” per adesso non è percorribile causa neve), una proposta resa ancora più interessante grazie alla particolare segnaletica che caratterizza i vari tracciati con colori diversi e con l’immagine sulle tabelle di un animale selvatico tipico della nostra montagna.

Sabato 13 aprile la manifestazione ludico-motoria si svolgerà seguendo un collaudato programma che promette un’atmosfera di partecipazione e momenti educativi di sana e corretta attività fisica in uno splendido contesto ambientale e culturale.
Il raduno alle 9 in Piazza dell’Arrotino a Stolvizza, alle 9,30 partenza escursioni guidate, alle 12,30 ristoro, alle 14 chiusura della manifestazione.
Per quanto riguarda la partecipazione, vige il regolamento FIASP dei percorsi circolari permanenti. Arrivare a Stolvizza significa però anche poter godere di quanto questo piccolo paese può offrire: il “Belvedere Roberto Buttolo”, il Borgo Kikey, i Murales, la chiesa dedicata a San Carlo Borromeo ma soprattutto il “Museo della Gente della Val Resia”, un contenitore interattivo che racconta la vita passata attraverso una rappresentazione reale delle ricchezze culturali e di vita del paese.
Nota particolarmente significativa riguarda il movimento arrotini, un mestiere che a Stolvizza ha messo le radici nel tempo ed è diventato il simbolo di questo paese con il bel “Monumento all’Arrotino” e il prezioso “Museo dell’Arrotino”, che si potranno visitare fin da sabato mattina.
Ma c’è di più: gli arrotini vogliono dare ai partecipanti un significativo ricordo e della loro straordinaria tradizione lavorativa, per questo si metteranno a disposizione per affilare forbici e coltelli che tutti i partecipanti alle escursioni potranno consegnare all’arrivo a Stolvizza e riprendere quindi affilati e splendenti al termine della camminata, il tutto con un semplice gesto di libera donazione.

Commenta con Facebook