Hockey su ghiaccio, a Pontebba Italia sconfitta di misura dalla Slovenia

ITALIA – SLOVENIA 1-2 

MARCATORI: 24:38 Robert Sabolic (Blaz Gregorc, Anze Kuralt); 28:21 Tadej Cimzar; 29:03 Alex Trivellato (Power-Play) (Dante Hannoun, Alex Petan).
ITALIA: Justin Fazio (Andreas Bernard); Alex Trivellato – Dylan Di Perna; Peter Spornberger – Phil Pietroniro; Daniel Glira – Enrico Miglioranzi; Cam Ginnetti – Lorenzo Casetti; Gregorio Gios; Matthias Mantinger – Alex Petan – Marco Sanna; Leonardo Felicetti – Simon Kostner – Michele Marchetti; Luca Frigo – Dante Hannoun – Marco Magnabosco; Ivan Deluca – Simon Berger – Daniel Mantenuto; Hannes Kasslatter; Allenatore: Greg Ireland; Vice Allenatore: Larry Huras.
SLOVENIA
: Matija Pintaric (Zan Us); Mitja Robar – Aleksandar Magovac; Blaz Gregorc – Matic Podlipnik; Miha Stebih – Aljosa Crnovic; Ziga Urukalo – Miha Lobar; Robert Sabolic – Rok Ticar – Anze Kuralt; Ziga Pance – Tadej Cimzar – Ken Ograjensek; Gregor Koblar – Nik Simsic – Luka Maver; Jaka Sturm – Blaz Tomazevic – Miha Zajc; Allenatore: Matjaz Kopitar.
Parziali: 0-0, 1-2, 0-0.

tre anni dall’ultimo incontro disputato tra le due Nazionali – il 25 aprile 2019 finì 3-2 per la Slovenia – e a quattro esatti da quell’incredibile 4-3 della rassegna iridata di Budapest, le Nazionali di hockey su ghiaccio di Italia Slovenia sono tornate a sfidarsi e l’hanno fatto ieri sera al Palavuerich di Pontebba.

Niente promozioni in palio questa volta ma un test per prepararsi al meglio ai rispettivi appuntamenti: il Mondiale di Top Division in Finlandia per gli azzurri, mentre per gli sloveni la c’è la possibilità di tornarci nel 2023 con il torneo di Division 1 Gruppo A, che si disputerà in casa loro a Lubiana dal 3 all’8 maggio.

Cambio di formazione in casa tricolore rispetto alle sfide contro l’Austria. In porta è il turno di Justin Fazio che si prende i suoi primi 60 minuti di hockey di questo pre-mondiale con Bernard in panchina e Fadani a riposo.

Le altre novità sono rappresentate da giocatori dell’Asiago rientrati dalle celebrazioni della vittoria della AlpsHL: Miglioranzi, Casetti, Gios e Ginnetti in difesa e in attacco Michele Marchetti, subentrato in seconda linea con Kostner e Felicetti oltre a Magnabosco in terza al posto di Insam (leggero problema alla schiena) e Mantenuto (all’esordio insieme a Ginnetti) centro della quarta con Deluca e Berger. Rimane invariata invece la prima linea con Petan, Mantinger e Sanna.

Preannunciata da coach Greg Ireland come una sfida piuttosto complicata, l’Italia comincia molto bene mettendo già in apertura una grande pressione sui portatori di disco sloveni. Prima grande occasione per Felicetti che tira alto dopo un turnover sloveno.Poco dopo la miglior chance del primo tempo ce l’ha sulla stecca Marco Sanna che colpisce il palo su assist di Petan. Segnali positivi in generale da tutta la prima linea che continua ad essere pericolosa anche sfruttando la velocità di Mantinger che si guadagna un break-away parato poi da Pintaric.

Nel finale di primo tempo comincia a farsi sentire la Slovenia sfruttando la fisicità di Koblar e la qualità di una prima linea offensiva formata da Sabolic – Ticar – Kuralt che vanno a testare Fazio in un paio di occasioni.

L’Italia comincia molto bene anche il secondo tempo, subito nel primo cambio sono Frigo ed Hannoun a lanciarsi in un 2 vs 1 che si conclude con l’incrocio dei pali colpito da quest’ultimo. Al 24:38 la Slovenia in attacco riconqusita il disco e Gregorc trova Sabolic libero alla sinistra di Fazio. Tiro one-timer del neo-giocatore del Villach e Slovenia in vantaggio.

I ragazzi di Ireland sembrano riprendersi bene ma al 28:21 Tadej Cimzar porta via il disco a Marchetti, si fa tutto il campo e batte Fazio in backhand sulla sua sinistra. Immediata la reazione dell’Italia che in power-play, meno di un minuto dopo, al 29:03 (dopo soli 18″) trova il suo primo golHannoun servito da Petan dietro porta inventa un gran assist per Trivellato che tira al volo e batte Pintaric.primo gol: Hannoun servito da Petan dietro porta inventa un gran assist per Trivellato che tira al volo e batte Pintaric.

Non ci sono reti nel finale del secondo periodo e non ce ne saranno neanche per il resto della partita con il terzo periodo che va via veloce senza troppe occasioni. Complice anche un diverso livello di preparazione, la squadra allenata da Matjaz Kopitar si impone definitIvamente sul gioco e con lunghi cambi in attacco toglie tutte le energie necessarie per cercare una rimonta. Il match si conslude così con la Slovenia fissa in attacco grazie ad una superiorità numerica e l’Italia che non riesce a costruire azioni pericolose.

Il 2-1 di ieri segna la seconda sconfitta per la Nazionale di Greg Ireland ma si sono visti miglioramenti nella prestazione. Quasi impressionante la fase difensiva del Blue Team soprattuto quando l’avversario gestisce il disco per un lungo periodo in attacco fa comunque molta fatica a trovare conclusioni verso la porta.

Queste le parole di Cam Ginnetti Daniel Mantenuto entrambi giocatori dell’Asiago, che hanno esordito in Nazionale questa sera.
Ginnetti: “E’stato molto divertente giocare: sono cresciuto vedendo le magliette di mio padre (Bob Ginnetti, con l’Italia ha giocato anche le Olimpiadi del ’92, ndr) e da quando sono arrivato ad Asiago tre anni fa questo era il mio obiettivo.”
Mantenuto: “Assolutamente una bella esperienza, ci vorrà un ancora un po’ per abituarmi a questo livello. Il mio obiettivo era arrivare a far parte del roster e adesso che l’ho raggiunto dobbiamo tutti quanti passare al successivo che sarà crescere come squadra, migliorare e cominciare a vincere le partite.”

OGGI LA FRANCIA

Sfida importante e forse ancora più difficile per gli azzurri quella di questa sera (venerdì 29) alle ore 19 contro la Francia, una delle due squadre (l’altra è l’Austria) ad essere stata ripescata dalla Division I. I francesi infatti dalla stagione 2007-08 avevano disputato 12 edizioni consecutive nel massimo campionato mondiale prima di venire di fatto eliminati nel 2019 da una strepitosa Gran Bretagna (prossimo avversario dell’Italia)

Questo il pensiero di Phil Pietroniro che quest’anno ha militato per il Mulhouse nella Ligue Magnus francese: “Per me sarà una partita interessante, quest’anno in Francia ho giocato contro molti di questi giocatori e so quanto valgono. Penso che noi siamo lì al loro e livello e vogliamo dimostrarlo. Chiaramente dovremo disputare una grande partita e mantenere un ritmo alto. Curare i dettagli è fondamentale per noi ma quello che vogliamo è riusicire a controllare e dettare il nostro gioco. Uno degli obbiettivi a cui teniamo molto è farci conoscere come la squadra che lavora più duramente di tutti”.  

La partita sarà visibile ancora una volta in diretta streaming sul canale YouTube della FISG a partire dalle ore 18:55.

(foto di Roberto Bait)