Gruppo Alpini, Us Ovaro e altri volontari tirano a lucido Malga Arvenutis

Mentre stanno volgendo al termine i lavori di sistemazione della strada di accesso a Malga Arvenutis, avvicinandosi la data di avvio del soggiorno ricreativo e sportivo organizzato per i ragazzi di Ovaro dalla locale Unione Sportiva, si è reso indispensabile pensare alla sistemazione delle ampie adiacenze e a una approfondita pulizia dei molti locali della struttura.

Il Gruppo Alpini di Ovaro, con in testa Romeo Rovis, alcuni tesserati della stessa Us Ovaro e un paio di compaesani, armati di tosaerba, decespugliatori e motosega, hanno unito le forze: un gruppo di 16 persone salito in malga al mattino prestissimo per evitare il calore delle ore centrali ha rasato l’ampio cortile, aperto un varco fino alla cisterna dell’acqua, liberato le adiacenze dalle sempre più invadenti erbacce e sterpaglie, sistemato qualche tronco pericolante. Intanto all’interno della Malga una coppia di collaboratrici, partendo dal sottotetto, ha pulito e sanificato le stanze e i bagni, per dedicarsi poi al salone.

“Un lavoro prezioso di volontariato, ripagato solo dal piacere di sedersi poi un momento assieme per una birra, un po’di pane e salame, una buona bottiglia di vino – si legge in una nota dell’US Ovaro -. A tutti va il più sentito ringraziamento, a nome dell’intera comunità ovarese che dovrebbe essere fiera di poter contare ancora su tanta generosa dedizione. Con una speranza però: che le nuove generazioni prendano esempio e ne possano seguire le orme”.