Gli Elite Casasola e Bergagna protagonisti al GP di Jesolo di ciclocross

Meno di 2″ hanno impedito a Sara Casasola di conquistare il successo al 4° Gran Prix Internazionale Città di Jesolo, gara di classe 2 organizzata dalla Dp66 Giant Smp di Forgaria e che ha visto al via 489 atleti delle categorie internazionali, giovanili e master, compresi alcuni tra i migliori esponenti nazionali della specialità. La ventitreenne di Majano, che in stagione ha già ottenuto sei successi, è stata preceduta in volata dalla campionessa italiana Silvia Persico dopo poco meno di 50′ di gara al termine di una sfida appassionante, che ha visto lottare per il successo anche Alessia Bulleri, terza a 5″1. «Sono soddisfatta della mia prestazione, anche perché nelle ultime due settimane non ero stata bene a causa della botta in testa che avevo preso in Coppa del Mondo – racconta Casasola -. Non ho rimpianti per l’esito della gara di Jesolo, in quest’occasione Silvia Persico è stata più forte. Ora mi concentro sulla gara di Coppa del Mondo prevista sabato in Val di Sole e poi nell’ultima settimana dell’anno disputerò tre o quattro gare in Belgio». La vicina di casa di Casasola, la bujese del Jam’s Bike Team Asia Zontone, si è piazzata ottava a 1’14”. Nella prova open maschile, vinta dal big Filippo Fontana davanti a Federico Ceolin e Gioele Bertolini, gran settimo posto di Tommaso Bergagna, anch’esso di Buja: il ventunenne della Dp66 ha tagliato il traguardo a 41″ da Fontana e a 12″ dal podio. Sono stati ben 4 i bujesi nelle prime 15 posizioni, con Cristian Calligaro della Ktm dodicesimo, Luca Toneatti del Jam’s Bike tredicesimo, Tommaso Tabotta della Dp66 quindicesimo. Majano non ha voluto però essere da meno e così, assieme al secondo posto di Casasola, è arrivato anche quello di Stefano Viezzi, abbonato al podio Junior: per il classe 2006 della Dp66 è arrivato un secondo posto alle spalle di Samuele Scappini e davanti al compagno di squadra, il pordenonese Tommaso Cafueri. Ottavo Leonardo Ursella del Jam’s Bike. In mattinata si erano misurati 191 ciclisti delle categorie giovanili e 72 amatori delle categorie Master. Negli Allievi 1° anno vittoria del piemontese della Dp66 Gregorio Acquaviva, con Filippo Grigolini della Jam’s Bike sesto, mentre il compagno di squadra di quest’ultimo Ettore Fabbro, campione italiano di categoria, è giunto quarto nel secondo anno. Nelle Allieve gli organizzatori della Dp66 piazzano Martina Montagner e Camilla Murro rispettivamente al quinto e sesto posto, con Ilaria Tambosco di Buja ottava. Infine gli amatori, con il carnico Marco Del Missier che chiude secondo assoluto nella fascia 1 Master conquistando il successo nella categoria M3, mentre Thomas Felice si piazza quarto assoluto salendo sul gradino più alto del podio negli Elite Master.

(in copertina Tommaso Bergagna nella foto di Lisa Paletti)