Gli appuntamenti di Carniarmonie dal 22 al 29 luglio

Venerdì 22 luglio alle ore 20.30 nella Pieve di Santa Maria Maddalena ad Invillino di Villa Santina, il rinomato pianista Antonio Di Cristofano sarà protagonista di un recital con un programma luminoso di sintesi di grandi compositori che al pianoforte hanno dedicato larga parte della loro produzione, tra i più riconosciuti rappresentanti del pianismo Romantico e del Novecento. Di Brahms una selezione dei “Klavierstucke op. 118”, di Chopin lo “Scherzo op. 31” e la “Polacca Fantasia op. 61”, di Rachmaninoff una selezione dai “Preludi op. 23 e op. 32”, di Scriabin la “Sonata Fantasia op. 19”.

Sabato 23 luglio alle ore 20.45 nel rinnovato Teatro Italia di Pontebba, il Mac Saxophone Quartet con ospite il talentuoso Rosario Giuliani e gli arrangiamenti di Mario Corvini, proporrà un ricercato progetto crossover dal titolo “Miserere. Il suono italiano attraverso i secoli”. Un programma con musiche da Guido D’Arezzo agli operisti del belcanto italiano, che affonda le radici nel più nobile patrimonio musicale d’Italia tra riletture e improvvisazioni. Un millennio di capolavori per un viaggio che toccherà in una originale veste per ensemble di sax, antifonari gregoriani, laude medievali, contrappunti rinascimentali, fino al melodramma. Un concerto nato in collaborazione con la cooperativa SimulArte

Domenica 24 luglio alle ore 20.30 all’Abbazia di San Gallo a Moggio Udinese, ritorna attesa la Kazakhstan Symphony Orchestra, già gradita ospite di Carniarmonie, con la famosa violinista Aiman Mussakhajayeva, artista richiesta con concerti in tutto il mondo e punta di diamante dell’etichetta Deutsche Grammophone. Con lei ci sarà il duo pianistico Marco Schiavo e Sergio Marchegiani e l’orchestra del Kazakhstan diretta da Gudni Emilsson. Verrà eseguito di Mozart il “Concerto per due pianoforti e orchestra Kv 365” in mi bemolle maggiore, di Haydn la “Sinfonia n. 88” in sol maggiore, infine di Mendelssohn il “Concerto per violino ed orchestra op. 64” in mi minore. Una larga formazione con solisti d’eccezione tra gli appuntamenti più attesi di questa edizione.

Giovedì 28 luglio alle ore 18.30 all’Art Park di Villa di Verzegnis, in caso di maltempo nella Palestra Centro Sociale di Intissans, c’è un evento a firma Carniarmonie nato in collaborazione con il Festival Vicino/lontano Mont, Stazione di Topolò/Postaja Topolove e la partecipazione della Condotta Slow Food Gianni Cosetti – Carnia e Tarvisiano. Concerto della Topolovska Minimalna Orchestra, formazione sui generis composta in parte da ragazzi, ragazze e musicisti dilettanti insieme a professionisti di varia estrazione. Verrà eseguito “In C” di Terry Riley, prima opera del minimalismo musicale capace di attrarre il grande pubblico, composta da una partitura particolarissima con molti elementi imprevisti e aleatori. Si consiglia di portare plaid o cuscini per sedersi sull’erba. 

Venerdì 29 luglio alle ore 20.30 nella chiesa di San Biagio a Mediis di Socchieve, concerto etno degli Al-Ándalus Clarinet Quartet (nella foto), provenienti dalla penisola iberica. Programma pieno di fascino con musiche di Albéniz, Adam Ferrero, Iturralde e Piazzolla, interpretato da musicisti eclettici ed eccentrici maestri del clarinetto. La musica spagnola e quella argentina diventano così punto di incontro per le contaminazioni, esempio cangiante di una ricchezza musicale e culturale unica al mondo, tra forme di danza e specialità melodico-armoniche piene di pathos e forza di vita.