Fvg Strade, circa 40 milioni di euro per gli investimenti sulla viabilità

Il piano delle nuove opere e delle manutenzioni straordinarie di FVGStrade Spa del 2018 approvato dalla Regione prevede investimenti, già coperti da finanziamenti, per circa 24 milioni in relazione alle strade regionali mentre nel 2018 saranno avviati lavori per oltre 13 milioni nella viabilità locale, ex rete provinciale, la cui gestione è di competenza dal 1° gennaio a Friuli Venezia Giulia Strade spa (FvgStrade).

I dati sono emersi oggi, in occasione della presentazione in conferenza stampa a Udine, da parte dell’amministratore unico di FvgStrade Giorgio Damiani con i rappresentanti della Regione Fvg, delle principali opere già finanziate, previste nella programmazione della società regionale, condivisa con la Regione e approvata dalla Giunta Regionale.
Per le infrastrutture stradali della rete regionale FVGStrade intende avviare nel 2018 lavori per 5.050.000 euro, procedere alla pubblicazione dei bandi di gara per opere stimate in Euro 3.040.000, e dare avvio alla progettazione di opere finanziate per complessivi Euro 16.350.000.

Nel dettaglio, gli investimenti per i lavori che FVGStrade intende avviare nel 2018 riguardano la messa in sicurezza e la pista ciclabile lungo la strada regionale 352 a Palmanova in prossimità di Porta Udine (350.000 euro), la messa in sicurezza e il miglioramento del traffico in località “Tre noci” a Duino Aurisina con la realizzazione di una rotatoria (900.000 euro), la riconfigurazione della rotatoria all’incrocio della strada regionale 464 con la Sp 2 e la Sp 26 a Maniago (500.000), il potenziamento infrastrutturale della Sr 355 a Rigolato, a Comeglians e della Sr 465 ad Ovaro (850.000) oltre alla realizzazione – già prevista nella programmazione del 2017 – di una rotatoria ad Ovaro e la sistemazione di un tratto stradale della Sr 355(2.450.000).

Entro il 2018, la società interamente partecipata dalla Regione intende avviare i bandi di gara relativi alla rotatoria in località Sedrano a San Quirino (790.000), alla messa in sicurezza dell’incrocio semaforizzato in località Dandini a Gradisca d’Isonzo (600.000), alla rotatoria all’incrocio fra la Ss 13 “Pontebbana” e la strada comunale denominata “via Basaldella” a Campoformido (950.000). A questi si aggiunge il bando di gara per lavori di sistemazione a Zovello e per l’allargamento della Sr 465 a Ravascletto (700.000). Il piano delle opere 2018, approvato dalla Giunta Regionale, prevede altresì l’avvio della progettazione di opere per le quali già è prevista la copertura con finanziamenti CIPE, ovvero il completamento della ciclabile di Grado (2.120.000), la messa in sicurezza di un tratto della S.S. 14 in Comune di Torviscosa con la realizzazione di una ciclabile (930.000), la variante esterna di Rigolato, che sarà oggetto di confronto con la comunità locale (9.300.000), cui si aggiunge la messa in sicurezza inerente SS 14 in Comune di Fiumicello (4.000.000)

Per le opere di viabilità locale, trasferite a FVGStrade da quest’anno, fermi gli impegni tutti in relazione alle opere ex provinciali già approvate e trasferite a FVGStrade ex L.R. 32/2017, Damiani ha indicato per il 2018 la realizzazione di opere per un investimento di 13.727.000 euro di cui 6.760.000 per l’avvio dei lavori per la manutenzione di piani viabili (suddivisi in 600.000 per ambito territoriale di Gorizia e 600.000 per l’ambito di Trieste, 4.010.000 per quello di Udine e 1.550.000 per quello di Pordenone) e 6.937.000 per nuove opere e manutenzione straordinaria. “Fra i lavori della rete ex provinciale che avvieremo a brevissimo – ha aggiunto Damiani – vi sono le rotatorie di Cavalicco e di Adegliacco, nonché i lavori di allargamento della sede stradale e del ponte nell’abitato di San Pietro di Ragogna. Entro l’anno avvieremo sicuramente anche le rotatorie di Salt, di Roveredo in Piano e di Fontanafredda”.

La società regionale intende altresì avviare la progettazione di opere molto attese dal territorio, fra cui il collegamento fra la Sp 91 di Beligna e la Sp 8 aquileiense nell’incrocio con la Sp 26 della Colombara e il nuovo ponte sul canale Cucchini, opere già finanziate dalla Regione per Euro 6.850.000. “Il programma di FVGStrade, integrato dalla prosecuzione dei lavori in delegazione amministrativa (fra cui quelli relativi alla Strada del Mobile), dal completamento delle opere commissariali (che termineranno nel 2018 con l’avvio delle rotatorie sulla S.R.354), e dalle opere e servizi di manutenzione ordinaria dell’intera rete regionale ed ex provinciale (per oltre 15 milioni), – ha concluso Damiani – mira a garantire la sicurezza e l’efficienza dell’intera rete delle infrastrutture stradali, regionali ed ex provinciali oggi affidata ad un unico gestore, evidenziando che nel periodo 2014-2017 FVGStrade ha realizzato produzioni (lavori e servizi) nell’ambito delle nuove opere e delle manutenzioni ordinarie e straordinarie per oltre 80 milioni di Euro”.

Nel corso della conferenza stampa è stato comunicato, inoltre, come tutto il sistema delle ciclovie sarà gestito da FVGStrade; la Regione ha dato, infatti, indirizzo alla società regionale di creare il nucleo operativo ciclabile per consentire un ragionamento compiuto sull’intero sistema. L’Assessore Santoro dichiara che: “Grazie all’unificazione in capo a FVGStrade della gestione sia delle strade regionali che delle ex provinciali, siamo in grado, come Regione, di programmare in modo puntuale ed efficiente sia gli interventi di manutenzione ordinaria che quelli per le nuove opere o di carattere straordinario. Sia i cantieri in atto che quelli che si apriranno a breve, sono frutto di un attento lavoro con il territorio volto alla messa in sicurezza delle criticità nell’interesse di tutti i cittadini della nostra Regione”. E conclude: “Un plauso a FVG Strade che dimostra come con la programmazione siano possibili elementi di efficienza e razionalizzazione nel processo di soluzione a problemi concreti come quelli delle strade. Soddisfazione nel vedere società regionali, come anche l’Aeroporto, hanno saputo raggiungere livelli di efficienza molto elevato grazie a figure professionali e manager di altissimo livello”.

Commenta con Facebook