Fronte franoso preoccupa la Val Resia, a rischio anche le strade comunali

Un vasto smottamento preoccupa la comunità della Val Resia. Si tratta di una frana che si è staccata in località Zamlin. Il suo fronte è di oltre 20 metri mentre è difficile dire quale sia il volume reale. Molte piante sono piegate e la terra continua a cedere nel corso d’acqua sottostante.

Il fenomeno si era manifestato inizialmente nell’autunno scorso e adesso, a causa delle forti piogge e dell’erosione del corso d’acqua, ingrossato dalle precipitazioni, è si è aggravato tanto da dover deviare uno dei percorsi naturalistici più amati dagli escursionisti, il Ta Lipa Pot, il Sentiero del Tiglio. Il tracciato si può comunque percorrere perché è stato spostato.

A preoccupare il sindaco Sergio Chinese e la comunità locale è la possibile compromissione della viabilità comunale. A pochi metri dallo smottamento, infatti, passa una via che porta agli stavoli di Kaliske, via che potrebbe cedere. L’amministrazione municipale interesserà il Magistrato delle acque e la Forestale affinché l’intervento di messa in sicurezza venga eseguito quanto prima. L’area è quella del Parco Naturale delle Prealpi Giulie, meta ogni anni di migliaia di visitatori.