Frane e smottamenti, 750 mila euro in arrivo tra Ovaro, Forgaria e Tarcento

“Anche la recente ondata di maltempo ci ha ricordato l’importanza di interventi di manutenzione ordinaria e costante in difesa del suolo e in contrasto al dissesto idrogeologico. È questa attenzione che la Regione pone in maniera puntuale verso il territorio ad impedire che i danni siano sempre più ingenti per valore economico e impatto sulle comunità”.

Questo il commento dell’assessore alla Difesa dell’ambiente del Friuli Venezia Giulia, Fabio Scoccimarro, alla delibera approvata dalla Giunta regionale con cui vengono ripartiti 750mila euro tra sei Comuni per la realizzazione di opere di difesa.

Le Amministrazioni locali beneficiarie sono Forgaria nel Friuli, Lusevera, Ovaro, Taipana, Tarcento (Udine) e San Dorligo della Valle (Trieste), alle quali i fondi sono concessi per la progettazione e l’esecuzione di nuove opere prevalentemente a difesa da fenomeni franosi. Gli interventi andranno così a mitigare dissesti di natura idrogeologica localizzati sul territorio comunale e necessari a garantire la tutela della pubblica incolumità sia dei centri abitati sia delle reti viarie.

Nel dettaglio, al Comune di Forgaria vanno 35mila euro per la mitigazione del rischio da caduta massi in località Ca’ Jogna; a Lusevera 240mila euro per consolidamento della viabilità comunale e protezione da cedimenti e smottamenti in località Musi, strada Cesariis-Pers, Micottis e Villanova delle Grotte; a Ovaro 100mila euro per la mitigazione da caduta massi in località Luincis; a San Dorligo della Valle 160mila euro per la messa in sicurezza da caduta massi della strada per la Val Rosandra in località Bagnoli Superiore; a Taipana 120mila euro per il consolidamento del dissesto idrogeologico lungo la strada comunale Prossenicco-Ponte Vittorio Emanuele; a Tarcento 95mila euro per interventi di mitigazione da caduta massi lungo la viabilità che sale dal bivio SR646 a Villanova delle Grotte in comune di Lusevera.

Commenta con Facebook