Forrista si frattura tibia e perone, soccorsi in azione a Moggio

E’ stato tratto in salvo dall’elisoccorso regionale, con la stazione di Moggio Udinese del Soccorso Alpino e la squadra forre che attendevano in campo base per eventuale supporto alle operazioni, un forrista della Repubblica Ceca che assieme a tre connazionali stava percorrendo la forra del Rio Simon.
Il forrista si è infortunato poco dopo le 16, procurandosi la frattura di tibia e perone tra la nona e la decima calata, quindi nella parte alta della discesa. Due compagni sono scesi a chiedere aiuto, cercando un punto in cui il telefono prendesse e han chiamato il Nue112. Il terzo compagno è rimasto in compagnia del ferito. L’operazione di recupero è stata fatta con grande delicatezza e maestria dal pilota e dal tecnico verricellista, dal momento che il punto in cui l’uomo si è ferito era uno dei più incassati della forra. È stata necessaria una verricellata di ben novanta metri per calare il tecnico di elisoccorso sul posto. Questi ha recuperato prima il ferito, che nel frattempo aveva ricevuto una stabilizzazione di fortuna dal compagno con un legno stretto all’arto per tenerlo bloccato e poi l’altro forrista. Il ferito è stato condotto all’ospedale di Tolmezzo.
.
(foto d’archivio, credit Colucci)