Forni Avoltri: non trovano la sosta per l’ultima calata, due alpinisti bivaccano sulla Creta Cacciatori

Domenica 12 luglio intorno alle 22 una cordata di alpinisti composta da un trentacinquenne e da una ventunenne, entrambi di Trieste, ha contattato la stazione di Forni Avoltri del Soccorso Alpino e Speleologico per chiedere informazioni sull’ultimo tratto di calata in corda doppia dalla Creta Cacciatori, nel gruppo del Peralba – Avanza, Alpi Carniche.

I due alpinisti non riuscivano a trovare il punto esatto per concludere la discesa dalla parete e in un primo tempo avevano provato a chiedere aiuto ad alcuni amici alpinisti, non riuscendo però a comprendere dove avessero sbagliato. Per questo motivo hanno contattato poco dopo il Soccorso Alpino locale, ma essendo nel frattempo calata la nebbia e sopraggiunto il buio, i due alpinisti hanno deciso di bivaccare in parete, dopo aver rassicurato i soccorritori sul loro stato di salute e avendo indumenti e alimenti sufficienti per trascorrere la notte in sicurezza e attendere le prime luci dell’alba per concludere il percorso.

Questa mattina, quindi, i soccorritori hanno fornito nuovamente le indicazioni ai ragazzi, che sono riusciti a capire l’errore compiuto e ritrovare l’itinerario. I soccorritori, compresa la stazione di Sappada, sono rimasti comunque pronti ad intervenire in caso di bisogno se i ragazzi avessero segnalato eventuali difficoltà, attendendo poi che rientrassero all’automobile.

(foto d’archivio)

Commenta con Facebook