Fondo Turismo, 14 milioni per l’ammodernamento delle strutture ricettive Fvg

“Il Fondo turismo, la cui scadenza per la presentazione delle domande verrà prorogata dal 31 maggio al prossimo 1 agosto, è uno degli strumenti a sostegno delle imprese che investono nell’ammodernamento delle strutture ricettive ad uso turistico con contributi a fondo perduto fino a 400mila euro a favore di tutte le tipologie, quali quelle alberghiere, bed and breakfast, affittacamere, rifugi alpini, escursionistici e bivacchi. L’ultimo bando del 2019 ha riscontrato un grande successo e quest’anno la Regione lo ha riproposto con una sostanziosa dotazione iniziale di 14 milioni di euro”.

E’ in sintesi il messaggio dell’assessore regionale alle Attività produttive e Turismo Sergio Bini intervenuto oggi al webinar per illustrare il bando regionale volto al miglioramento delle strutture ricettive.

L’iniziativa, promossa da Confcommercio Fvg, Catt Fvg e Regione, ha voluto informare le aziende in merito agli investimenti che potranno essere sostenuti a valere sull’articolo 59 (Contributi in conto capitale alle imprese turistiche) della legge regionale 21 del 2016 che disciplina le politiche regionali nel settore turistico e gli incentivi all’attrattività del territorio regionale.

Bini ha informato poi sulla novità del bando 2021 che ha visto l’inserimento, fra le spese ammissibili, anche di quelle relative all’acquisto dell’immobile ricettivo collegato alla ristrutturazione oltre che una parte delle spese già sostenute prima della presentazione della domanda. La Regione sta, inoltre, lavorando per trovare dei regimi alternativi volti a superare il de minimis.

Nel suo intervento l’assessore regionale ha rimarcato l’attenzione dell’Amministrazione regionale al comparto turistico che garantisce occupazione e punti di Pil. Un settore resiliente e resistente che ha potuto contare su risorse regionali importanti: oltre 67milioni di euro quelle gestite dal Centro di assistenza tecnica del terziario (Catt) in questi due anni.

Bini ha voluto ringraziare il personale del Centro per la capacità di dare risposte rapide anche in tempo di pandemia riducendo le tempistiche nel liquidare i contributi.

Il presidente regionale di Confcommercio Fvg Giovanni Da Pozzo e quello del Catt Fvg Fabio Passon hanno ringraziato la Regione per questa operazione di supporto al turismo regionale. Relativamente alla gestione del Fondo Turismo, ha riferito Passon, nel corso del 2021, sommando le pratiche del 2017, 2018 e 2019, gli uffici hanno gestito un totale di oltre 12,6 milioni di euro di fondi regionali tra concessioni e liquidazioni, risorse di cui hanno beneficiato 128 imprese. Un’attività intensa nel rispetto delle esigenze di aziende che necessitano di liquidità in una fase di auspicabile rilancio post pandemia.

Secondo Da Pozzo la possibilità per le imprese di accedere a finanziamenti per l’ammodernamento della propria struttura sta alla base di una visione di prospettiva di un imprenditore che crede nello sviluppo e nell’innovazione della propria attività. L’intervento della Regione è tanto più importante in questa fase in cui le aziende, in questo caso del turismo, stanno cercando di uscire dalla crisi prodotta dall’emergenza pandemica.

Lo storico degli anni precedenti mostra i seguenti dati: nel 2017 ammesse tutte le 236 domande e impegnati 24.223.897,57 euro, nel 2018 sono state 44 su 115 le domande accolte e impegnati 4.774,90 euro, nel 2019 ammesse tutte le 218 istanze accolte con un impegno di 21.010.970,45 euro.

(nella foto da sinistra Passon, Bini, Da Pozzo e Patrizia Verde, responsabile del procedimento Fondo Turismo)