Filmava le colleghe di lavoro in bagno, “guardone” denunciato a Udine

Filmava le colleghe in bagno, montava i video con gli spezzoni che le riprendevano e li conservava all’interno del proprio cellulare.
Il caso di un “guardone” è stato scoperto a Udine dopo che l’uomo, un professionista friulano sulla quarantina, era stato sorpreso dalla dipendente di un locale del centro città, la quale si era accorta di un telefonino che la puntava dal vetro installato sopra la porta del bagno.

La vicenda risale ai primi di gennaio. La donna era uscita subito dal bagno e aveva sorpreso l’uomo, un cliente abituale del bar, a cui aveva intimato di cancellare il video. Aveva sporto denuncia alla Polizia che ha aperto un’indagine per interferenza illecita nella vita privata.

È dall’analisi dei suoi cellulari che sono emersi cinque video che riprendevano le colleghe dell’uomo. Erano stati ripresi, probabilmente l’estate precedente, all’interno del bagno dell’ufficio dove lavora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *