Fatturato superiore ai 200 milioni di euro per la LimaCorporate di San Daniele

“La Regione è al fianco delle imprese e si adopera con normative e risorse per sostenerne gli investimenti e la crescita, dedicando particolare attenzione all’innovazione tecnologica: una necessità per il nostro sistema imprenditoriale se vogliamo vincere le sfide in un mercato globale”.

Lo ha detto oggi a Villanova di San Daniele del Friuli l’assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini, partecipando all’Open Factory di LimaCorporate, l’azienda che produce dispositivi medici con procedure innovative in grado di offrire soluzioni ortopediche ricostruttive e su misura, dove ha potuto visitare la divisione ProMade e il centro di ricerca e innovazione, fino al laboratorio di test avanzati.

“Avevo potuto apprezzare l’azienda già l’anno scorso e, a distanza di 12 mesi, ho constatato gli ulteriori passi avanti fatti nel campo dell’innovazione e della ricerca. Questa realtà – ha commentato Bini – è un esempio virtuoso per tutto il territorio e dimostra come, grazie agli investimenti in innovazione, nonostante le difficoltà del tessuto produttivo si possa crescere e generare sviluppo economico”.

Secondo l’esponente della Giunta Fedriga, il nostro sistema imprenditoriale ha necessità di aggiornare il management, di introdurre ammodernamenti e nuove tecnologie per essere capace di competere a livello mondiale e, in questo senso, LimaCorporate indica la strada che dovrebbe essere seguita anche da altre aziende. “Se questo avverrà, come auspichiamo, la regione – ha evidenziato – potrebbe diventare una sorta di innovation manifacturing valley”.

L’azienda attiva nel mondo dell’ingegneria biomedica è presente in oltre quaranta Paesi tramite una rete di filiali in Europa, Asia e America. A livello mondiale, LimaCorporate conta oltre 900 addetti, due stabilimenti produttivi e un fatturato superiore a 200 milioni di euro.

Commenta con Facebook