“Fagagna Voliamo Insieme” vuole il consiglio comunale in diretta streaming

Da un sondaggio svolto dal gruppo consiliare Fagagna Voliamo Insieme sulla propria pagina Facebook, risulta che la popolazione del centro collinare vedrebbe di buon grado la trasmissione in diretta streaming, su internet, dei Consigli Comunali.

“Penso che al giorno d’oggi si debba mettere in atto tutte le azioni possibili, grazie ai mezzi a nostra disposizione, per rendere il cittadino partecipe della vita politica e delle scelte che riguardano egli stesso e la sua vita quotidiana. Una maggiore consapevolezza rende il cittadino informato, lo aiuta a formarsi un’opinione e favorisce il dibattito: insomma è un’azione forte ed importante a favore della democrazia nei nostri comuni”, è il pensiero di Andrea Schiffo, consigliere comunale di Fagagna Voliamo Insieme.

Il gruppo aveva chiesto ai cittadini, già a dicembre, l’opinione sull’introduzione della diretta streaming dei Consigli Comunali: su un totale di 87 voti si è ottenuta l’opinione favorevole dell’86%, mentre per il restante 14% l’iniziativa non sarebbe un intervento necessario.

“Confrontandomi con gli altri amministratori ho ricevuto opinioni contrastanti – dice Schiffo –; è stato opinato che sarebbe meglio che il cittadino interessato si recasse in Municipio per assistere alle sedute. Sono d’accordo, ma si consideri che la registrazione dei consigli darebbe anche la possibilità alla popolazione di rivederli in un secondo momento, a beneficio di coloro che nelle ore serali non possono partecipare alle sedute consiliari. Il cittadino oltretutto trova difficoltoso fruire dei documenti e dei verbali, quando invece il mezzo audiovisivo facilita ed appiana la comprensione. I documenti ed i verbali restano in ogni caso sempre a disposizione per l’approfondimento; non credo che si tratti di una spettacolarizzazione della politica, quanto piuttosto di un atto di trasparenza e democratizzazione. Va tenuto conto poi che questo canale di comunicazione favorirebbe in particolar modo la partecipazione alla vita politica locale per le nuove e più giovani generazioni”.

A chi teme ritorsioni in termini di opinione pubblica, Schiffo risponde: “Si potrebbe pensare che questo aspetto esponga i consiglieri a commenti od alla trattazione pubblica di quanto accade in aula. Io dico che nella misura in cui desideriamo trasparenza e nella misura in cui ci prendiamo la responsabilità del nostro operato come amministratori, questi aspetti non devono essere un ostacolo”.

Diversi sono i comuni che in regione hanno aderito alla diretta streaming delle sedute di Consiglio Comunale; queste possono avvenire tramite un canale Youtube dedicato, come nel caso del Comune di Udine, o tramite piattaforme studiate appositamente per prestare il servizio, come per Pagnacco o per il Comune di Tolmezzo.

“Di fatto, per provvedere ad un tale servizio non occorrerebbero nemmeno grossi investimenti; volendo risparmiare, dando comunque una svolta per il cittadino, si potrebbe predisporre il necessario con attrezzature già in uso al Comune, magari con qualche piccolo acquisto: l’Amministrazione valuti se ritiene il caso di fare questo passo in avanti verso un nuovo modo di comunicare alla popolazione ed agisca di conseguenza”, conclude Andrea Schiffo.

Commenta con Facebook