Eyof Fvg 2023 si presenta in Grecia

L’Accademia Olimpica Internazionale di Olympia in Grecia ha ospitato il 42° Seminario dei Comitati Olimpici Europei (COE). L’iniziativa ha chiuso la Settimana europea dello sport, evento annuale lanciato dall’Unione europea nel 2015.

In terra ellenica sono stati illustrati vari progetti ed iniziative, tra cui le due edizioni del Festival Olimpico della Gioventù Europea 2023 (EYOF), quella invernale in Friuli Venezia Giulia (dal 21 al 28 gennaio) e quella estiva, a pochi chilometri di distanza, a Maribor in Slovenia (dal 23 al 29 luglio). Sempre nel 2023 la Polonia (Cracovia-Małopolska) ospiterà la terza edizione dei Giochi Europei (dal 21 giugno al 3 luglio 2023).

Il direttore generale del comitato organizzatore EYOF2023 Giorgio Kaidisch ha illustrato ai vari rappresentanti dei singoli comitati olimpici partecipanti quella che sarà la sedicesima edizione del Festival, uno dei più grandi eventi europei multisport a livello giovanile per atleti di età dai 14 ai 18 anni. Dodici sedi di gara, dodici sport rappresentati (per un totale di 14 eventi sportivi), che vedranno competere atleti provenienti da 47 Paesi per circa 2300 accreditati all’evento. Sarà un’edizione estremamente tecnologica e digitale ma, allo stesso tempo, attenta all’ambiente e alla sostenibilità. Per ciò che concerne l’accoglienza alberghiera, sarà suddivisa nei 3 villaggi/cluster di riferimento Tarvisiano/Udine, Carnia, Piancavallo/Pordenone, con l’aggiunta di Trieste quale base principale per la “famiglia” dei Comitati Olimpici Europei. Più di 80 le strutture ricettive che saranno occupate durante i 10 giorni di durate dell’evento. Il presidente della Commissione di Coordinamento dei Comitati Olimpici Europei Borut Kolaric ha sottolineato la professionalità e dedizione dei soggetti coinvolti su vari livelli, dalle istituzioni regionali e nazionali,  alla squadra del Comitato Organizzatore e ai volontari che già supportano l’organizzazione nella preparazione del XVI Festival Olimpico della Gioventù Europea.

Al seminario ha partecipato anche la presidente della commissione EYOF dell’associazione dei Comitati Olimpici Europei Liney Haldorsdottir, di ritorno dalla recente visita in regione. Haldorsdottir si è soffermata sugli importanti benefici che i giovani atleti ottengono gareggiando in eventi multisport come quelli estivi 2022 di Banska Bystrica in Slovacchia e quelli invernali del prossimo gennaio in Friuli Venezia Giulia.