Eyof Fvg 2023, illustrato ai sindaci il piano organizzativo a 5 mesi dal via

Amaro, sede ufficiale di Eyof 2023, ha ospitato l’incontro con i sindaci dei territori coinvolti in questo evento sportivo invernale giovanile multisport che si terrà dal 21 al 28 gennaio del prossimo anno in Friuli Venezia Giulia e che vedrà la partecipazione di giovani atleti (14-18 anni) provenienti dai 50 Paesi facenti parte dell’associazione dei Comitati Olimpici Europei.

L’appuntamento è stato inserito all’interno del calendario del tour dei sindaci FVG che si sta svolgendo in questo periodo per promuovere le varie sedi di gara dei giochi e per sentire, direttamente dalla voce dei primi cittadini, come ogni località si sta preparando ad accogliere gli atleti, i tecnici, le delegazioni, gli addetti ai lavori e i tifosi provenienti da tutto il continente.

Il presidente Eyof 2023, Maurizio Dunnhofer ha voluto personalmente ringraziare i sindaci che rappresentano le comunità locali alle quali, questo grande evento sportivo vuole lasciare qualcosa di importante anche per gli anni a venire. Coinvolgere i vari territori regionali è stato il primo obiettivo di Eyof 2023, sin dalla proposta di candidatura. La nostra idea innovativa di rendere partecipi all’evento tutte le nostre località montane e le città di Trieste e Udine, è stata molto apprezzata dal COE che l’ha considerata come possibile modello da seguire anche per le prossime edizioni.

Il presidente del CONI Friuli Venezia Giulia, Giorgio Brandolin (che in Eyof 2023 copre il ruolo di vicepresidente) ha voluto ringraziare la regione FVG per aver coinvolto, in qualità di sostenitore dell’evento, il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei ministri. Tutto il mondo sportivo regionale, non solo quello delle discipline invernali, può essere orgoglioso di ospitare un altro evento sportivo internazionale del valore di EyofCome sempre, ha continuato Brandolin, ci faremo trovare pronti grazie alla preparazione e serietà dei nostri dirigenti federali, tecnici, società sportive e volontari che saranno parte integrante di questo evento sportivo europeo giovanile multi sport. Siamo anche molto fiduciosi per ciò che concerne i nostri atleti regionali che, ne sono sicuro, non ci deluderanno.

Per il direttore Montagna FVG di PromoturismoFVG, Iacopo Mestroni Eyof 2023 è indubbiamente l’evento sportivo più importante del calendario della prossima stagione invernale. Siamo al lavoro e in piena sintonia con il Comitato Organizzatore per garantire il miglior risultato agli atleti che gareggeranno sulle nostre piste, tracciati e palazzetti dello sport. Staremo particolarmente attenti ai dettagli, ha sottolineato Mestroni, per dimostrare, anche in questa circostanza, che siamo all’altezza di ospitare grandi eventi sportivi internazionali. Non è un caso che, da anni, i campioni degli sport invernali scelgono la nostra regione per allenamenti e ritiri.

Il direttore generale Eyof 2023, Giorgio Kaidisch ha presentato il piano organizzativo dell’evento che vedrà protagonista tutta la regione. Ad oggi abbiamo iscritte 47 delegazioni delle 50 facenti parte dell’associazione dei Comitati Olimpici Europei, con oltre 2000 partecipanti che saranno coinvolti nelle 14 discipline che si svolgeranno in 12 sedi regionali. Questo dato, ha affermato Kaidisch, rappresenta un record per la 16° edizione invernale del Festival Olimpico della Gioventù Europea. Il direttore generale, durante la sua illustrazione del progetto, si è voluto soffermare sul fatto che le risorse umane e staff, su decisione e volontà dello stesso Comitato Organizzatore, sono tutte made in FVG.

All’incontro è intervenuto anche l’ing. Claudio Degano della direzione centrale infrastrutture e territorio del Friuli Venezia Giulia che ha illustrato gli interventi messi in atto da parte della regione in ambito Eyof 2023, su 5 poli, attraverso una convenzione con i Comuni di riferimento. A Tarvisio, all’arena del fondo, è in atto la costruzione di una nuova sala stampa con area servizi che si sviluppa su due piani per 415 metri quadrati. A Sappada i lavori riguardano l’ampliamento di un immobile strategico che sorge nella zona degli impianti sportivi e del tracciato della pista di sci di fondo. Sarà organizzato su tre livelli, tenendo conto del contesto ambientale e sarà perfettamente funzionale alle esigenze di sportivi, atleti e turisti. Nel 2021 si è provveduto invece all’adeguamento delle piste esistenti per poter organizzare, nel prossimo futuro, gare internazionali di livello. A Pontebba il Pala “Vuerich” subirà degli interventi di ammodernamento ed efficienza per renderlo più moderno ed accogliente. In primis verrà sostituita la balaustra al lato della piastra di ghiaccio (ormai non più a norma). Poi si lavorerà sulla deumidificazione e riscaldamento, grazie a un nuovo impianto, con l’adeguamento soprattutto nell’ambito dell’aspirazione fumi. In questo modo, verrà superato il problema della nebbia e del freddo umido. Ulteriori interventi riguardano il miglioramento acustico della struttura, la sostituzione delle luci dello stadio con proiettori al led, nell’ottica del risparmio energetico, oltre a nuove tinteggiature, arredi e attrezzature. A Forni Avoltri alla Carnia Arena, centro federale del biathlon, i cantieri riguardano l’ammodernamento e l’ampliamento della struttura secondo gli standard internazionali tra cui anche la realizzazione di 38 box per la sciolinatura. Accanto a ciò va ricordato che il Dipartimento per lo Sport ha ammesso il progetto del Centro Federale “Carnia Arena” di Forni Avoltri tra quelli che potranno beneficiare dei fondi stanziati dal PNRR. Un impianto che sarà dunque rigenerato e completato nelle opere e nelle strutture per diventare un moderno punto di riferimento per gli sport nordici in Friuli. A Claut il palaghiaccio “Alceo Della Valentina” che ospiterà le competizioni del curling, subirà una serie di lavori di ammodernamento e manutenzione. Gli interventi riguarderanno il tetto, l’impianto elettrico, una nuova centrale termica e un efficace e moderno sistema di deumidificazione.