Escursionisti persi nella notte sul Monte Fara e in Casera Bordaglia

Buone notizie per le ricerche dell’uomo disperso sul monte Fara, tra i comuni di Montereale Valcellina ed Andreis. È stato ritrovato sano e salvo alle 8 del mattino nei pressi della Casera omonima. L’uomo ha trascorso la notte nel bosco e con le prime luci del giorno si è rimesso in cammino raggiungendo la Casera. Ora i tecnici del soccorso alpino, che lo hanno cercato fino all’una di notte, lo stanno riaccompagnando alla sua automobile.

I carabinieri avevano ritrovato la sua auto parcheggiata poco oltre Bosplans sulla sella in località Crosis, non lontano dall’imbocco del sentiero numero 983 che l’escursionista ieri aveva percorso in salita. Si è potuto dunque dedurre che si tratta di un uomo del 1985 di Zoppola.

Alle 6 sono riprese le ricerche e alle 6.40 è partito l’elicottero della Protezione Civile da Tolmezzo. Sul posto si stanno recando anche, a rinforzo, i soccorritori della stazione di Pordenone e Valcellina del Soccorso Alpino.

Gli uomini del Soccorso Alpino nella notte all’opera anche a Forni Avoltri: sono stati invece geolocalizzati tre escursionisti che hanno chiesto aiuto alle 21.30 di sabato, riferendo di essersi persi presso la casera Bordaglia di Sotto e di non avere luci con sé. Tre soccorritori della stazione di Forni Avoltri si sono portati in quota con il mezzo fuoristrada per andare loro incontro.