Encomio solenne alla Polizia locale dell’Uti della Carnia per il contrasto allo spaccio di stupefacenti

In occasione della recente ricorrenza di S. Sebastiano, il santo patrono delle polizie Locali d’Italia, si è tenuta a Ronchi dei Legionari la 9a Giornata Regionale della Polizia Locale.

Al culmine dei festeggiamenti, aperti con la S. Messa e proseguiti con la sfilata per le vie cittadine, si è svolta la cerimonia di consegna degli encomi agli operatori che si sono distinti maggiormente in particolari attività di servizio.

Tra questi anche cinque agenti che costituiscono il Nucleo Operativo Stradale di Polizia Locale dell’Unione della Carnia, insigniti di due encomi semplici e un encomio solenne.

Gli encomi semplici sono stati conferiti per due intense attività investigative: la prima ha permesso di individuare e deferire all’Autorità Giudiziaria un uomo che attraverso atti e dichiarazioni false circolava da anni alla guida di un veicolo senza patente; la seconda di identificare e denunciare a piede libero i conducenti di due veicoli che gareggiavano in velocità mettendo in pericolo gli altri utenti della strada.

L’encomio solenne, la massima onorificenza regionale, è stata attribuita per il fondamentale apporto degli agenti nell’ ambito dell’operazione “Afghan Kif”, condotta dai Carabinieri di Tolmezzo per il contrasto allo spaccio di stupefacenti destinati per lo più a minori.

Gli agenti e il Comandante sono stati accompagnati dal presidente dell’Uti Francesco Brollo che ha espresso la soddisfazione dell’ente per i risultati raggiunti: “Si tratta di riconoscimenti importanti che provano quanto sia fondamentale l’operato dei vigili per il nostro territorio – ha affermato Brollo –. Tra le funzioni in carico all’Uti quella della Polizia Locale ha rappresentato un impegno importante perché è stata avviata con carenza di personale e per questo ringraziamo il lavoro svolto dai componenti del Corpo che, con i recenti innesti e con quelli futuri sta assumendo una configurazione consona a coprire efficacemente in territorio esteso e complesso come quello carnico. Le operazioni stradali, inoltre, dimostrano la bontà dell’operato in un settore che paga il vuoto lasciato dalla chiusura del presidio Polstrada di Tolmezzo, in risposta anche a quanti hanno ironizzato sulla necessità o meno del recente acquisto dell’auto di servizio che si è rivelato utile e sempre più necessario”.

Questi riconoscimenti sono di grande valore per il Comando Unico di Polizia Locale della Carnia, operativo da appena un anno. Nei prossimi mesi in collaborazione con le altre forze di polizia, il corpo di Polizia continuerà a lavorare per assicurare ai cittadini un’adeguata sicurezza in tutto il comprensorio carnico.

Commenta con Facebook